Rovigo: 200 STORIONI IN ZONE PROTETTE

200 STORIONI IN ZONE PROTETTE

DOMANI A CURA DELLA FIPSAS VENETO L’IMMISSIONE NELLE ACQUE DEL PO E ADIGE SOTTO IL CONTROLLO DELLA POLIZIA PROVINCIALE

Nel primo pomeriggio di domani, mercoledì 21 settembre, saranno immessi nelle acque dei due maggiori fiumi Po e Adige, 200 esemplari di storione: 150 nel Po in località Garofolo e 50 nell’Adige a Badia Polesine. Promossa dalla Fipsas Veneto, impegnata da anni a promuove azioni per il ripopolamento di specie a rischio di estinzione in specifiche aree fluviali, l’iniziativa, rientra nel progetto “Recupero della specie endemica Acipenser naccarii” . La scelta di effettuare il rilascio degli storioni nell’area golenale del Po a Garofolo, si fonda su due aspetti come ha ricordato il presidente della Provincia Marco Trombini “il divieto di pesca professionale in zona B, istituito dalla Provincia” per garantire agli esemplari rilasciati maggiori opportunità di crescere e ripopolare l’area e “perché a Canaro – prosegue il capo di Palazzo Celio – con Alessandro Pagliarini presidente della locale River Fishing, e referente della federazione regionale, è esercitata una puntuale attività di salvaguardia del patrimonio ittico e di contrasto al bracconaggio”. “Come Provincia – prosegue Trombini – siamo parte attiva poi di un progetto comunitario “Life Conflupo” per il recupero dello storione cobice, assieme alla Regione Lombardia, Regione Emilia Romagna, Parco del Ticino, società Graia e Aipo per una serie di interventi di semine e monitoraggi a lungo termine nell’ottica di preservazione di specie in estinzione”. A breve è programmata poi un’attività di educazione didattico-ambientale nelle scuole, per la realizzazione di 15 cicli di 3 lezioni ciascuno, a 30 scolaresche, progetto che coinvolge tutti gli enti territorialmente competenti in materia di gestione e pianificazione di pesca e di conservazione dell’ittiofauna “esempio di governance su area vasta esportabile in molte altre realtà”. Alle operazioni di domani sarà presente il personale della Polizia provinciale, per presidiare il rilascio dei 200 storioni.

(Provincia di Rovigo)

UA-82874526-1