Autonomia – Dalla Libera (Veneto Civico): “Tutti uniti per avere più forza e portare a casa il risultato migliore nella trattativa col Governo relativa al PDLS n. 43”

Autonomia – Dalla Libera (Veneto Civico): “Tutti uniti per avere più forza e portare a casa il risultato migliore nella trattativa col Governo relativa al PDLS n. 43”

(Arv) Venezia 15 nov. 2017 –       “Oggi c’è la necessità di essere tutti uniti, perché maggiore unità è garanzia di maggiore forza e di migliore risultato nella trattativa col Governo relativa al PDLS n. 43. Sono quindi favorevole al Progetto di Legge Statale n. 43 perché è in perfetta sintonia con la Costituzione”.

Lo afferma, in una nota, il consigliere regionale  Pietro Dalla Libera (Veneto Civico) che spiega come “il PDLS n. 43, riguardante l’autonomia del Veneto, in particolare è rispettoso dell’art. 5 della Costituzione, con il quale i Padri costituenti hanno dimostrato massima propensione verso le autonomie, ponendo l’unico limite nell’indivisibilità e nell’indissolubilità dello Stato nazionale”.

“Anche l’art. 116, terzo comma, della Costituzione – continua il presidente di Veneto Civico – che prevede l’autonomia differenziata, rimandando alle 23 materie previste nell’articolo 117, non ha posto alcun divieto al richiederle tutte, mentre l’art. 119 della Costituzione prevede che alle competenze assegnate si accompagnino le relative proprie risorse per farvi fronte”.

“Realizzare questo grande obiettivo di avere un’autonomia differenziata – prosegue il consigliere regionale – possibilmente in tutte le materie che la Costituzione consente, dà la possibilità al Veneto di trattenere più risorse, di offrire più servizi, di eliminare molta burocrazia e di far lievitare il Prodotto Interno Lordo del Veneto così da recare beneficio anche a tutto il resto del Paese, che ritengo non si opporrà al fatto che il Veneto possa avere maggiori competenze e maggiori risorse, perché la nostra Regione si è dimostrata locomotiva della nostra Italia negli anni del massimo sviluppo e lo potrà essere ancora”.

“Secondo me – sottolinea Dalla Libera – questo Progetto di Legge trova forza, poi, nell’esito del referendum: i cittadini veneti hanno deciso e ci hanno conferito un indirizzo; come consigliere regionale, eletto dai veneti, riconosco che il potere legislativo che abbiamo trova fondamento nella sovranità del nostro popolo, il quale con il referendum consultivo ci ha dato un’indicazione ben precisa”.

“Infine – conclude Pietro Dalla Libera – tra qualche mese si terranno le elezioni politiche e sicuramente i veneti leggeranno bene i prossimi programmi elettorali di tutti i partiti, per capire il loro orientamento sull’autonomia del Veneto, decidendo poi di conseguenza chi votare e chi no”.

/1883

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1