RADUNO NAZIONALE CARABINIERI. TARGA IN RICORDO DI ENRICO FRASSANITO. SINDACO: “UN SIMBOLO PER RICORDARE UN NOSTRO EROE, ERA DOVEROSO FARLO”

RADUNO NAZIONALE CARABINIERI. TARGA IN RICORDO DI ENRICO FRASSANITO. SINDACO: “UN SIMBOLO PER RICORDARE UN NOSTRO EROE, ERA DOVEROSO FARLO”

“La cerimonia di oggi è un riconoscimento doveroso, che era giusto fare e che si doveva fare, perché la memoria dei nostri eroi è un valore assoluto, che va trasferito ai nostri giovani. Il sottotenente dei Carabinieri Enrico Frassanito è stato un eroe, perché ha sacrificato la propria vita per difendere la Patria, la pace, la libertà. Sono state settimane frenetiche, una corsa contro il tempo, ma siamo riusciti a far coincidere questa cerimonia con la grande festa in cui tutta la città abbraccia i Carabinieri, di cui Enrico rappresenta l’orgoglio e la fierezza”.

Questo l’intervento del Sindaco Federico Sboarina alla cerimonia per lo scoprimento della targa in ricordo di Enrico Frassanito, svoltasi oggi ai giardini Caduti di Nassiriya, a San Zeno, dopo la deposizione di una corona al Monumento al Carabiniere.
Presenti il prefetto Salvatore Mulas, il Comandante Generale Arma Carabinieri Generale Corpo d’Armata Giovanni Nistri, il presidente nazionale Associazione Nazionale Carabinieri Generale Corpo d’Armata Libero Lo Sardo, i familiari del sottotenente, oltre a numerosi rappresentanti delle istituzioni civili, militari e religiose.
Agli interventi delle autorità, è seguito il ricordo del fratello di Enrico, Giuseppe Frassanito, che ha ringraziato la città e il Sindaco perché, a dodici anni dall’attentato terroristico che è costato la vita ad Enrico, la targa serve per tenere ancora vivo il ricordo e la memoria. “Per noi familiari oggi è un giorno di tristezza e rimpianto, ma anche di orgoglio e fierezza, che scaturiscono dall’affetto e dalla riconoscenza con cui Enrico viene ricordato dai suoi compagni e dai cittadini”.

La cerimonia si è aperta con la lettura del messaggio inviato per l’occasione dal presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati.
Dopo il momento commemorativo, le autorità si sono spostate nella Basilica di San Zeno per la celebrazione della Santa Messa.

(Comune di Verona)

UA-82874526-1