ALZHEIMER. IN GRAN GUARDIA IL CONVEGNO PER UNA CITTÀ A MISURA DI MALATO

ALZHEIMER. IN GRAN GUARDIA IL CONVEGNO PER UNA CITTÀ A MISURA DI MALATO

In occasione della 25ª Giornata mondiale dell’Alzheimer, il Comune di Verona organizza, sabato 22 settembre in Gran Guardia, un convegno dedicato alla malattia.

A conclusione della mattinata saranno presentati i dati relativi ai primi 4 anni di realizzazione del progetto “Sollievo” che ha consentito lo sviluppo a livello provinciale di centri, gestiti dalle associazioni di volontariato, che portano sollievo alle famiglie delle persone ammalate, favorendo l’incontro e le attività di recupero.

“Settembre – ha spiegato l’assessore ai Servizi sociali Stefano Bertacco – è il mese che l’Organizzazione Mondiale della Sanità dedica all’Alzheimer, una malattia che non colpisce solo le persone che ne sono affette, ma anche i familiari che se ne occupano. I dati ci dicono, infatti, che circa l’80% dei malati viene curato in casa. Negli ultimi anni, nella nostra città, si è sviluppata una rete di realtà che lavorano a favore dei malati e delle famiglie: il convegno sarà un’importante occasione di confronto”.

L’Alzheimer è considerato tra le patologie a più alto impatto sociale, per le molteplici conseguenze, economiche, emotive, organizzative, che genera non solo su chi ne soffre, ma sull’intera famiglia e sulla comunità. Si stima che in Italia la demenza colpisca oltre 1.2 milioni di persone.

Il convegno “Dementia Friendly – Città amica delle persone con demenza”, organizzato dalle 8.30 in Gran Guardia, ha l’obiettivo di far conoscere le strategie più innovative che anche in Italia si stanno attuando per migliorare il benessere della persona malata e di chi se ne prende cura.

La giornata di studio è organizzata dal Comune di Verona – Assessorato ai Servizi Sociali in collaborazione con Azienda ULSS 9 Scaligera, Associazione Alzheimer Verona Onlus, AFMA Associazione Familiari Malati di Alzheimer, Associazione ABC Onlus, ASAP Associazione Solidarietà Anziani e Pensionati e il sostegno di Fondazione Pia Opera Ciccarelli, Istituto Assistenza Anziani -Verona, Centro Servizi per Anziani Le Betulle, Fondazione Oasi, Korian Città di Verona, Coop. CODESS SOCIALE, Coop. C.S.A., Coop. Promozione Lavoro.

Alla conferenza stampa di presentazione hanno partecipato Laura De Togni responsabile del Centro decadimenti cognitivo e demenze dell’Ulss9 scaligera, Maria Grazia Ferrari Guidorizzi presidente associazione Alzheimer Verona, Giorgio Facci presidente Associazione Abc, Michele Orlando Presidente associazione Asap e Giorgio Pedron presidente associazione Famigliari malati di Alzheimer.

(Comune di Verona)

UA-82874526-1