Sanità – Sinigaglia, Moretti, Salemi (PD): “Accreditamento strutture sociosanitarie, PD non partecipa al voto: impossibile esaminare tutto in tre giorni. Ancora una volta la Quinta commissione in condizione di non lavorare”.

Sanità – Sinigaglia, Moretti, Salemi (PD): “Accreditamento strutture sociosanitarie, PD non partecipa al voto: impossibile esaminare tutto in tre giorni. Ancora una volta la Quinta commissione in condizione di non lavorare”.

(Arv) Venezia, 27 set. 2018 – “È inaccettabile e indecoroso costringere la Commissione a esprimersi su un tema delicatissimo come quello dell’accreditamento delle strutture sociosanitarie in soli tre giorni e per di più con una proposta incompleta e priva dell’adeguato approfondimento. Per questo abbiamo deciso di non partecipare al voto”. Lo affermano in una nota i Consiglieri del Partito Democratico Claudio Sinigaglia, Alessandra Moretti e Orietta Salemi a proposito della seduta odierna della Quinta commissione, che si è tenuta nella pausa dei lavori dell’assemblea di Palazzo Ferro Fini. “Abbiamo ricevuto con stupore la convocazione, senza la possibilità di approfondire i motivi per cui alcune nuove strutture, undici, sono state accreditate. Inoltre la delibera era incompleta, senza gli esclusi e le ragioni della loro estromissione. Esclusi che tra l’altro possono ancora inoltrare ricorso e, se avranno ragione, la delibera dovrà essere per forza rivista e rivotata. Era inevitabile non partecipare al voto, così è una presa in giro, ma anche un indebolimento delle strutture pubbliche  a vantaggio di quelle private che dovrebbero essere complementari e non sostitutive. La Commissione, ancora una volta, viene messa in condizione di non lavorare. È l’ennesimo segnale dell’accentramento da parte della Giunta che alla fine gestisce con sospetta approssimazione un tema così delicato, senza rispettare tempi e percorsi previsti dalla legge, impedendo così all’apposita Commissione di potersi esprimere”.

/1222

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1