Tra Dono e Carità, al via la seconda edizione dal 13 settembre al 4 ottobre

Da sinistra: Zovico, Maino, Turra

 

EDUcare”: ruota attorno a questo termine la seconda edizione del nuovo ciclo di incontri generativi “Tra Dono e Carità”, che si svilupperà dal 13 settembre al 4 ottobre, in un arco temporale che va dalla Giornata internazionale della Carità, che cade il 5 settembre di ogni anno, e la Giornata nazionale del Dono del 4 ottobre.

L’iniziativa è a cura di Ipab di Vicenza con il sostegno dell’assessorato alla comunità e alla famiglia del Comune di Vicenza e la collaborazione di alcune realtà economiche del territorio che riconoscono nel progetto un’importante occasione di riflessione e progettazione per la comunità vicentina.

Ad illustrare la rassegna questa mattina erano presenti Silvia Maino, assessore alla famiglia e alla comunità, Lucio Turra, presidente di Ipab di Vicenza, Guido Zovico, tessitore sociale, co-ideatore della rassegna.

Presentiamo oggi la seconda edizione di un’iniziativa che lo scorso anno ha riscosso un grande successo di adesioni – ha dichiarato l’assessore alla famiglia e alla comunità Silvia Maino – in quanto capace di toccare temi attuali e trasversali, come l“EDUcare al prendersi cura della persona e della comunità”. È fondamentale, infatti, l’apporto che le famiglie, a partire dai nonni, riescono a dare alla nostra società, soprattutto nella cura delle fragilità. Pertanto, a nome dell’amministrazione comunale ringrazio Ipab Vicenza per aver ideato e condiviso questo importante progetto che, grazie alle diverse iniziative proposte, offre numerosi spunti per attività future del nostro assessorato”.

Abbiamo messo a punto questo nuovo ciclo di incontri generativi che si svilupperà dal 13 settembre al 4 ottobre – ha spiegato Lucio Turra, presidente di Ipab di Vicenza – mettendo a fuoco in un’unica parola, pur se scomposta artificiosamente,“EDUcare”, due aspetti: quello educativo, che riguarda tutti, non solo le nuove generazioni, e quello del prendersi cura, internazionalmente riconosciuto nella parola Care, che abbiamo ampliato dalla singola persona all’intera comunità. Ci aspettano enormi sfide, a partire dall’invecchiamento della popolazione che non è un problema del futuro, ma dell’oggi, che ci riguarda e tocca tutti e che coinvolge non solo Vicenza ma tutto il Paese. Per questo, in continuità con la prima edizione, il programma proporrà testimonianze, esperienze, riflessioni, ma anche proposte e visioni, che rappresentano di fatto possibili spunti da perseguire per il nostro ente, ma anche per altri soggetti che si occupano di aspetti socio-sanitari”.

Si tratta di un percorso culturale che fin dalla prima edizione ha innescato e sviluppato una serie di relazioni con gli ospiti, il territorio e i molti enti e associazioni che lo rappresentano, e che rende la rassegna una sorta di laboratorio che sta suscitando curiosità anche a livello nazionale, data la centralità delle questioni affrontate e delle proposte e sperimentazioni sociali che potrebbero essere valide per qualsiasi altra città italiana.

Proprio la collaborazione con nuovi interlocutori ha spinto gli organizzatori a dislocare alcuni degli eventi al fuori dei “luoghi dell’Ipab”, come fu per la prima edizione, situando gli appuntamenti nelle località dove le associazioni che hanno collaborato a questa seconda edizione, vivono e operano.

A latere del programma, nello stesso periodo, sono previste anche alcune attività di animazione che coinvolgeranno gli ospiti delle varie residenze e dei centri diurni gestiti da Ipab Vicenza.

La seconda edizione di “Tra Dono e Carità” è dedicata a Vanna Santi, Angelina Santucci e Lorenzo Casetto, ex-componenti del consiglio di amministrazione di Ipab di Vicenza e figure note per il loro rispettivo appassionato impegno in ambito educativo e socio-culturale.

 

 

Programma

Giovedì 13 settembre, alle 20.30, nella chiesa di San Giuliano in corso Padova, riflessione condivisa tra Marco Trabucchi, autore del libro “Cura. Una parola del nostro tempo” (San Paolo Edizioni) e la psicologa Lucia De Antoni, introdotti da Luca Romano, Local Area Network, e moderati da Lauro Paoletto, direttore de La Voce dei Berici. Titolo dell’incontro: “La cura dell’anziano, com’è cambiata, come cambierà. Nella comunità e nelle strutture di accoglienza”. Evento promosso in collaborazione con ANAP Confartigianato Vicenza.

Sabato 15 settembre, alle 10, nella Casa Materna di Longara – Villa Squarzi, viale Riviera Berica 691, Johnny Dotti, pedagogista e imprenditore sociale, tratterà il tema “Educare è avere cura della comunità”. Argomento, come evidenzia lo stesso Dotti, solo in apparenza riservato agli operatori del settore, perché chiunque sia inserito in una comunità educa, anche a sua insaputa. L’evento è promosso in collaborazione con la cooperativa sociale Alinsieme, in occasione del decennale di fondazione.

Lunedì 17 settembre, alle 20.30, nella Fattoria Sociale “il PomoDoro”, via Crosara (fronte civico 39), a Bolzano Vicentino, Remigia Spagnolo, autrice del libro “Un ignoto promettente: realizzare il proprio sogno professionale per un destino ori-geniale” e fondatrice di Professional Dreamers Project e Guido Zovico, tessitore sociale, verranno interrogati dalla giornalista Margherita Grotto su: “L’intelligenza del sogno: lo sviluppo di una capacità individuale per generare benessere collettivo”. Come spiega la Spagnolo “Si può progettare il luogo più bello del mondo, ma ci vogliono gli altri per renderlo realtà”.

Giovedì 20 settembre, alle 20.30, alla Fondazione Zoé, in corso Palladio 36 a Vicenza, “Alzheimer. La storia di un viaggio”: la testimonianza di Michele Farina, giornalista del Corriere della Sera, autore del libro “Quando andiamo a casa?” (Bur Editore), intervistato da Franco Pepe. A dieci anni dalla morte della madre malata di Alzheimer, Farina ne ripercorrere la storia, raccontando anche le vicende di altri pazienti e familiari, intrecciandole ai racconti di operatori, responsabili di struttura e associazioni. Un’inchiesta unica nel suo genere. Per la partecipazione è necessario iscriversi al seguente link: https://tradonoecaritamichelefarina.eventbrite.it. Evento promosso in collaborazione con Fondazione Zoé.

Sabato 22 settembre, dalle 9, “Vicenza Heritage 2018”. Tornano le “Passeggiate Patrimoniali” che si svilupperanno nel complesso architettonico di San Pietro, di proprietà dell’Ipab di Vicenza, che comprende lOratorio del Boccalotti, la chiesa e il chiostro di San Pietro, il Coro delle Monache. La presentazione delle passeggiate si terrà alle 9 nel chiostro, mentre le visite, che vedranno quali ciceroni gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado della città, inizieranno alle 10 dall’Oratorio del Boccalotti. A partire dalle 9.15 il chiostro si animerà con veri e propri laboratori di restauro tenuti da maestri d’arte nei mestieri dell’epoca: oreficeria, marmo, pelletteria, incisione, restauro ligneo. I visitatori potranno conoscere i segreti delle antiche lavorazioni manuali e provare a realizzare alcune fasi di lavorazione. Sempre nel chiostro, dalle 10 alle 12 sono previsti alcuni interventi musicali.

Giovedì 27 settembre, alle 17.30, nella sede Ipab di contra’ San Pietro 60, workshop: “Verso la Carta del prendersi cura”, linee guida strategiche per gli attori sociali impegnati ad assistere le fragilità.

Sabato 29 settembre, dalle 18.30, nella Fattoria Sociale “il PomoDoro” in via Crosara (fronte civico 39) a Bolzano Vicentino, “Welcome Family. Per accompagnare all’autonomia”. In primo piano un progetto coordinato dall’associazione “il PomoDoro”: un’esperienza che coinvolge una decina di enti e associazioni per accogliere le Famiglie con situazioni di disabilità e co-progettare con loro il piano di vita per il loro familiare fragile. A seguire, alle 20, cena (su prenotazione: telefonare allo 388 4647686 entro mercoledì 26/9, preferibilmente dalle 12 alle 14) con un contributo di 15 euro a sostegno del progetto “Welcome Family”, realizzato in collaborazione con l’AULSS 8 e sostenuto dalla Fondazione Cariverona. Evento promosso in collaborazione con Anfass Vicenza – Fondazione Poli, IPAB per i Minori di Vicenza, CISL Vicenza, Istituto “B. Montagna” di Vicenza.

Domenica 30 settembre, alle 21, al Teatro San Marco di Vicenza in contra’ San Francesco 76, spettacolo “Dies Auxilii. Il giorno dell’aiuto”, diretto e coreografato da Marina Ambroso con la Compagnia di danza contemporanea Kiasma. Viene rappresentato il dramma di quattro donne con diverse problematiche che, nonostante tutto, impareranno a guardare oltre i loro problemi e le loro fragilità decidendo di aiutarsi e sostenersi reciprocamente. Uno spettacolo che vuole stimolare le coscienze e che invita a non voltarsi dall’altra parte, ad ascoltare chi ci sta vicino e tendere una mano a chi ci sta a fianco; a non rinchiudere le fragilità in un loro mondo, facendo finta di non vedere, per non intaccare le nostre vite apparentemente perfette, perché quelle fragilità, un giorno potrebbero toccarci da vicino. Spettacolo organizzato dal Teatro San Marco di Vicenza nell’ambito della rassegna “Schegge”.

Giovedì 4 ottobre, alle 20.30, nella chiesa di San Giuliano in corso Padova 57 a Vicenza, chiusura della rassegna con Johnny Dotti, pedagogista, imprenditore sociale e autore del libro “Con:dividere”, Emanuele Alecci, presidente del CSV di Padova e promotore di Solaria, Lucio Turra, presidente di IPAB di Vicenza. Moderatore: Stefano Arduini, direttore di VITA. Tema della serata: “Con:dividere. Progettare spazi per Buone Attività Relazionali. Come far nascere all’Istituto “Salvi” di Vicenza un luogo di vita sociale per i cittadini”. L’appuntamento sarà preceduto, al mattino, dal workshop creativo multidisciplinare “Gli studenti progettano il futuro”, con Paolo Stella, architetto, lo stesso Johnny Dotti e Veronica Zatti, educatrice professionale e responsabile dell’area educativa di Alinsieme. In collaborazione con: Noi Associazione, Agesci Vicenza, OSA con NOI (S. Andrea), A.GEN.DO Onlus, Cooperativa “Alinsieme”.

Informazioni

http://www.tradonoecarita.it/, https://www.facebook.com/ipab.vicenza.it/.

 

 

 

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

(Comune di Vicenza)

UA-82874526-1