Economia – Azzalin e Zanoni (PD): “Ancora soldi per la candidatura Unesco delle Colline del Prosecco, è una vergogna. Le casse regionali non sono il bancomat della Lega”

Economia – Azzalin e Zanoni (PD): “Ancora soldi per la candidatura Unesco delle Colline del Prosecco, è una vergogna. Le casse regionali non sono il bancomat della Lega”

(Arv) Venezia, 24 ott. 2018 – “Altri 180mila euro per la candidatura Unesco delle Colline del Prosecco. Nuovi soldi per uno studio suppletivo, come se in dieci anni non ne fossero stati spesi abbastanza. L’ennesimo finanziamento è una vergogna sia sul piano politico che su quello amministrativo”.

La denuncia è dei consiglieri regionali del Partito Democratico, Graziano Azzalin e Andrea Zanoni, che commentano così “la delibera con cui è stata aggiornata la promozione dei Grandi Eventi con un nuovo elenco e la relativa spesa”.

“A luglio c’è già stata una bocciatura pagata a caro prezzo – ricordano gli esponenti dei Democratici –  centinaia di migliaia di euro dei cittadini veneti gettati al vento per un capriccio del Governatore. Dopo il no dell’Unesco, e nonostante un iter durato dieci anni, Zaia insiste: altro studio e altri fondi regionali. Risorse pubbliche senza che mai ci sia una relazione accompagnatoria che spieghi dove vengono spesi questi soldi e a vantaggio di chi”.

“Anche per la candidatura olimpica di Cortina – evidenziano ancora i consiglieri Dem – il Presidente non si è mai degnato di venire a illustrarla in Consiglio, l’abbiamo appreso solo dai Media”.

“E adesso – concludono Graziano Azzalin e Andrea Zanoni –  dopo che la candidatura olimpica di Cortina è stata ufficializzata dal Coni, troviamo 42mila euro nell’elenco dei Grandi Eventi e altri 500mila nella variazione di bilancio. Non siamo contrari alle Olimpiadi, ma questo è un modo di gestire le cose che non va bene: le casse regionali non sono il bancomat della Lega”.

/1495

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1