Politica – Rizzotto (Zaia Presidente): “Una sentenza non fermerà i Veneti, la bandiera del nostro popolo ci unisce nella storia, da Lepanto a oggi”

Politica – Rizzotto (Zaia Presidente): “Una sentenza non fermerà i Veneti, la bandiera del nostro popolo ci unisce nella storia, da Lepanto a oggi”

(Arv) Venezia, 5 ott. 2018 – “Sulla nostra bandiera c’è scritta la parola pace: e noi, in pace, rivendichiamo il sacrosanto diritto di esporre su tutti gli edifici, enti statali compresi, la nostra bandiera che, da oltre mille anni, rappresenta un Popolo, e non una fazione”.

Con queste parole, la Capogruppo di Zaia Presidente in Consiglio regionale, Silvia Rizzotto, commenta “la notizia avversa della sentenza della Corte Costituzionale sulla Legge Regionale, promossa un anno fa dalla sottoscritta”.

“Non dobbiamo dimenticarci come questa sentenza inizi nel 2017, in un contesto politico completamente diverso – ricorda l’esponente di Zaia Presidente –  I Veneti, però, sono noti per la loro incrollabile testardaggine nel raggiungere gli obbiettivi prefissati, e noi, con pacatezza e orgoglio, rivendichiamo il diritto a esporre il Leone Marciano su tutti i palazzi pubblici”.

“Nell’attesa , quindi, di riproporre nel grande filone dell’Autonomia questo punto fondamentale del nostro essere Veneti – continua Rizzotto –  invito tutti i Veneti, a prescindere dalla loro appartenenza, a esporre domenica, sulle proprie case, il nostro Gonfalone”.

“Il 7 Ottobre – conclude Silvia Rizzotto – ricorre infatti il 447° anniversario della battaglia di Lepanto, una vittoria prima di tutto veneziana, per la quale ancora oggi l’intera Europa deve ringraziarci”.

/1294

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1