Sicurezza – Montagnoli (LN): “Legittima difesa, in Commissione un nuovo progetto di legge per innalzare le pene ai criminali”.

Sicurezza – Montagnoli (LN): “Legittima difesa, in Commissione un nuovo progetto di legge per innalzare le pene ai criminali”.

(Arv) Venezia, 24 ott. 2018 – “È cominciato oggi in Commissione l’esame di un progetto di legge sulla legittima difesa contestualmente all’inizio dell’esame presso il Senato della Repubblica di un analogo disegno di legge del Ministro Salvini. Si tratta di un tema di fondamentale importanza sul quale i cittadini chiedono risposte chiare”. Sono le parole del Presidente della Prima commissione del Consiglio regionale del Veneto Alessandro Montagnoli (Lega Nord), primo firmatario del Progetto di legge statale di iniziativa regionale n. 44 destinato ad incidere, modificandoli, sul codice penale, sull’ordinamento penitenziario e sulle norme in materia di immigrazione.

“Il senso della proposta è chiaro – aggiunge Montagnoli – in casa mia comando io e si entra solo se invitati: le pene da comminare ai ladri e ai farabutti, tanto più se colpiscono le fasce deboli della popolazione, devono essere innalzate, in certi casi triplicate o quadruplicate. Qualora si trattasse di stranieri, in questo caso dovranno scontare la pena nel paese d’origine: questa legge, quindi, vuole lanciare un messaggio chiaro anche oltre i confini d’Italia, laddove sembra sia passato il messaggio che con le leggi attuali i delinquenti la possono fare franca. La proposta incardinata oggi in Commissione intende modificare anche le disposizioni che consentono agli aggressori di presentare richieste risarcitorie”.

“Il messaggio che proviene dal Senato e dal Consiglio regionale è unico: la difesa è sempre legittima. D’ora in avanti – conclude il Presidente Montagnoli – le cose cambieranno grazie al Ministro Salvini; e sul tema della certezza della pena, che poi è quanto ci chiedono i cittadini, il Veneto è pronto a fare la sua parte”.

/1493

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1