Bilancio 2019, Rucco: “Sforzi concentrati su sicurezza e mantenimento dei servizi”

Più sicurezza, nessun aumento delle tasse, servizi garantiti. Sono questi i principali punti di forza del bilancio di previsione 2019 che la giunta Rucco sottoporrà, entro metà dicembre, al voto del consiglio comunale.

Questa mattina i temi salienti del documento, primo vero atto amministrativo con valenza politica della nuova amministrazione, sono stati presi in esame dal sindaco Francesco Rucco e dal vicesindaco e assessore alle risorse economiche Matteo Tosetto.

“Abbiamo fatto sacrifici significativi – è il commento del sindaco – per trovare il punto di equilibrio di questo nostro primo bilancio nel quale, grazie al grande sforzo di giunta e maggioranza, possiamo confermare le priorità annunciate nelle linee di programma: maggiori investimenti nella sicurezza, nessun aumento delle aliquote benché la legge ora lo consenta e servizi garantiti ai cittadini malgrado la riduzione delle entrate. Certo, con i pochi fondi a disposizione sono molte le preoccupazioni che rimangono rispetto a problemi che abbiamo ereditato e a cui sarà necessario dare in altro modo risposta. Penso agli edifici scolastici che necessitano di interventi antisismici o alle condizioni critiche in cui versano molti immobili comunali, prima fra tutti la Biblioteca Bertoliana. Proprio per questo sarà necessario valutare la sostenibilità di un fondo immobiliare, coinvolgendo le categorie economiche e altri soggetti pubblici e privati”.

Nel dettaglio, il bilancio di previsione 2019 di parte corrente si chiude a 117.667.993 euro. Per quanto riguarda le uscite, oltre 40 milioni sono relativi a spese in corrispondenza, 34,6 milioni di euro servono per il personale, circa 30 milioni per altre spese vincolate, circa 7 milioni per il rimborso dei mutui.

“Ciò significa – ha precisato il vicesindaco Matteo Tosetto – che le spese discrezionali che l’amministrazione può effettivamente gestire si limitano a 5,2 milioni di euro, pari al 4,5% del totale. E’ all’interno di questa cifra che, sul fronte della sicurezza, abbiamo ricavato 236 mila euro in più per la custodia e sorveglianza dei parchi gioco, per un totale di circa 400 mila euro, e 152 mila euro in più per le dotazioni della polizia locale, che ora può contare su un capitolo pari a 1 milione e 600 mila euro, escluso il costo del personale”.

Tra i punti di forza di questa manovra vi sono inoltre il turnover di tutto il personale comunale, più fondi per il sociale grazie a contributi ottenuti da Regione e Stato, una stretta sulla lotta all’evasione. “D’accordo con l’ufficio tributi – ha precisato su questo punto l’assessore Tosetto – abbiamo previsto di esternalizzare l’attività di aggiornamento anagrafico in modo da essere poi più efficaci negli accertamenti”.

Sul fronte tasse, questi i gettiti previsti per il 2019: Imu 24 milioni di euro più 6,7 milioni del fondo di solidarietà, Tasi 3,33 milioni di euro, Tari 19,43 milioni di euro, addizionale Irpef 11,23 milioni di euro, imposta di soggiorno 700 mila euro, imposta pubblicità e affissioni 2,5 milioni di euro.

L’assessore Tosetto ha quindi illustrato le operazioni che, a fronte della riduzione dei contributi provenienti da Cariverona (-1,3 milioni di euro) e alle minori entrate Imu (-1,8 milioni di euro) sono state messe in atto per scongiurare un pesante taglio degli stanziamenti destinati ai servizi comunali e ai contributi a enti e istituzioni cittadine: “Abbiamo previsto – ha spiegato Tosetto – un anticipo degli utili Aim pari a 2,3 milioni di euro e abbiamo versato alla Fondazione Teatro già quest’anno 300 dei 650 mila euro di contributo previsto per il 2019”.

Infine gli investimenti, che ammontano a 12.468.495 milioni. 7,8 milioni sono destinati a opere così suddivise: strade 2,35 milioni di euro, manutenzioni e patrimonio 1,18 milioni di euro, beni culturali 1 milione di euro, edilizia scolastica 900 mila euro, verde, arredo, piazze e parcheggi 750 milioni di euro, edilizia sociale e erp 500 mila euro, sport 400 mila euro, cimiteri 350 mila euro, mercato 200 mila euro, manutenzione chiese 178 mila euro, in gran parte coperte da mutui. “Come avevamo annunciato – è la conclusione dell’assessore Tosetto – i nostri investimenti non sono un libro dei sogni: abbiamo indicato solo le opere per le quali il finanziamento è certo”.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

(Comune di Vicenza)

UA-82874526-1