Comunicato stampa: Codice Rosso, domenica 2 dicembre l’estrazione dei premi della lotteria con Andrea Pennacchi

Ultimi giorni per visitare la mostra “Codice Rosso” al Centro Culturale Altinate San Gaetano (da martedì a domenica, dalle ore 10:00 alle 19:00, ingresso gratuito).
Si chiude infatti domenica 2 dicembre, con l’estrazione dei premi della lotteria da parte dell’attore Andrea Pennacchi (alle ore 11:00), la mostra organizzata in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulla donna.

Il filo conduttore delle opere, realizzate proprio per questa occasione, sono i colori rosso, tradizionalmente legato alla giornata, e arancione, dichiarato dall’Onu colore simbolo del 25 novembre.
Le opere in esposizioni sono realizzate da Michela Bellinazzi, Licia Bertin, Antonio Buso, Paolo Camporese, Chiara Coltro, Alfredo Dal Santo, Guido Dragani, Paola Failla, Nicoletta Furlan, Liza Karatza, Giuliano Lanza, Romeo Michelotto, Rosaria Roco, Paolo Ronzani, Giancarlo Vendemiati.

Alla mostra è legata la lotteria “Codice Rosso: una mostra contro la violenza”: le artiste e gli artisti hanno deciso di offrire una loro opera per una raccolta di fondi a favore della Casa di fuga per donne vittime di violenza del Comune di Padova.
In palio un’opera offerta da ogni artista e numerosi biglietti di ingresso a mostre, spettacoli e monumenti cittadini.

Domenica 2 dicembre alle ore 11:00 sarà l’attore Andrea Pennacchi a condurre, con la sua verve e simpatia, l’estrazione dei biglietti vincitori dei 60 premi in palio.
Sabato 1 dicembre, sempre alle ore 11:00, lo Spazio 35 al piano terra del Centro Culturale ospiterà, sempre nell’ambito delle iniziative contro la violenza sulle donne, la presentazione del libro “Il filo di porpora” di Vanessa Criconia.
Con l’autrice dialogheranno le psicologhe psicoterapeute del Centro Antiviolenza di Padova, l’assessora alle pari opportunità Marta Nalin e Nicoletta Finco dell’Università di Padova. Durante la presentazione è previsto anche l’intrattenimento musicale di Stefania Soave e Fabio Bacelle.

Approfondimenti su Padovanet

(Comune di Padova)

UA-82874526-1