Identità digitale, consegnati 50 Spid. Bando Digitalizzazione 4.0: ancora 20 posti per le imprese veronesi

21/11/2018

Verona, 21 novembre 2018. Identità digitale in Camera di Commercio, sono stati consegnati 50 Spid, in una sala gremita da 300 persone, tra professionisti e imprenditori.

“Ogni singolo cittadino italiano ha la possibilità di registrare il proprio Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale), cioè un’identità digitale certificata per dialogare con la Pubblica Amministrazione. Grazie allo Spid potranno essere abilitati molti servizi per via digitale, senza doversi recare fisicamente ad uno sportello ed evitando lunghe code e tempo perso” ha spiegato Riccardo Borghero, Vice Segretario Generale della Camera di Commercio di Verona introducendo il convegno sull’Identità digitale organizzato dall’ente. Il secondo data la numerosa richiesta ed afflusso.

Al centro del convegno i servizi cui si può accedere tramite Spid in Camera di Commercio: la fatturazione elettronica, il Suap, cioè lo sportello unico attività produttive, il Registro Imprese, la tenuta on line dei libri societari, il fascicolo d’impresa e il cassetto digitale.

Antonio Tonini di InfoCamere, società di informatica delle Camere di Commercio, ha spiegato che “lo Spid è uno dei tasselli dell’Agenda digitale: dà accesso Accesso ai servizi digitali in mobilità con velocità trasparenza e semplicità. Il kit d’identità digitale: Spid, Carta Nazionale dei Servizi e firma digitale garatiscono un’identità digitale unica e sicura per tutti gli usi previsti dalla legge”.

Sempre nell’ambito dell’Agenda Digitale rientra l’attività dei punti di impresa digitale (Pid) identificati dal Ministero dello Sviluppo Economico per dare assistenza alle imprese sui processi di digitalizzazione e si inserisce nel Piano nazionale Impresa 4.0 per dare vita alla quarta rivoluzione industriale in Italia.

La Camera di Commercio è uno di questi. Camera di Commercio di Verona e Università degli Studi si sono quindi alleate per digitalizzare 100 imprese portandole al livello 4.0 e la Camera di Commercio Scaligera stanzia 1 milione ad hoc. Il bando è aperto a tutte le micro e pmi scaligere.

“Il nostro obiettivo – spiega Riccardo Borghero – è formare al più presto le micro, piccole e medie imprese per renderle più competitive sui mercati, di qui l’accordo di programma con l’Università degli Studi che prevede un percorso personalizzato per ciascuna impresa coinvolta, affiancato a mini workshop e momenti di incontro sul territorio su tematiche comuni”.

Il bando scade il 31 marzo 2019, le imprese avranno accesso al servizio di mentoring in ordine cronologico con priorità per chi ha già testato la propria maturità digitale con il selfie4.0 del Pid della Camera di Commercio. Ad oggi quelle che hanno già aderito sono 80. Per maggiori informazioni si può consultare il sito www.vr.camcom.it.

 

 

Leggi anche

(Camera di commercio di Verona)

UA-82874526-1