L’assessore Romor al convegno “Misure di prevenzione patrimoniali” a Palazzo Franchetti

L’assessore comunale all’Avvocatura civica, Paolo Romor, ha preso parte oggi al seminario “Misure di prevenzione patrimoniali: legislazione e prassi operative”, organizzato dalla Guardia di Finanza e dalla Procura distrettuale della Repubblica presso il Tribunale di Venezia a Palazzo Franchetti.  Tra i relatori, il procuratore nazionale Antimafia e Antiterrorismo Federico Carierò de Raho, intervenuto dopo il vice presidente del Consiglio regionale del Veneto, Bruno Pigozzo, il procuratore generale della Repubblica di Venezia, Antonio Mura, e il comandante interregionale dell’Italia Nord-Orientale della Guardia di Finanza, Bruno Buratti. Le conclusioni sono spettate invece al procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Venezia, Bruno Cherchi.

Scopo del convegno è quello di offrire a magistrati, avvocati e appartenenti alle Forze di Polizia una panoramica aggiornata dei principali aspetti giuridici, processuali e applicativi della normativa in materia di misure di prevenzione patrimoniali nel contrasto alla lotta alla criminalità organizzata. Nell’introduzione ai lavori è stata sottolineata in particolare l’importanza che queste riflessioni assumono in Veneto, regione in cui la criminalità organizzata attua prevalentemente un’opera di infiltrazione di carattere economico. E’ stato inoltre sottolineato quanto sia fondamentale la vicinanza della politica all’attività giudiziaria nel contrasto all’azione malavitosa.

In Veneto, dal 2012, è in vigore la legge regionale n.42 che prevede “Misure per l’attuazione coordinata delle politiche regionali a favore della prevenzione del crimine organizzato e mafioso, della corruzione nonché per la promozione della cultura della legalità e della cittadinanza responsabile”, per promuovere la cultura della legalità tra i cittadini, in collaborazione con le istituzioni, il mondo della scuola, le categorie produttive e le forze sociali.

(Comune di Venezia)

UA-82874526-1