Pubblicato un Bando pubblico per l’erogazione di contributi riservati a progetti di associazioni a favore di anziani o disabili. L’assessore Venturini: “Puntiamo su idee innovative e in grado di durare nel tempo”

Un Bando pubblico per l’erogazione di contributi riservati ad associazioni per la realizzazione di piccole progettualità a favore di persone anziane non autosufficienti o fragili e a favore di persone disabili. La sua pubblicazione è stata resa nota dall’Assessoreato alla Coesione sociale, che spiega come l’iniziativa preveda uno stanziamento complessivo di 50mila euro. L’intento è cofinanziare almeno 10 progetti che abbiano l’obiettivo di rafforzare le reti sociali di supporto a favore delle persone anziane e delle persone disabili, promuovendo in questo modo l’inclusione sociale, il benessere, il senso di sicurezza dei diretti interessati e delle loro famiglie, sviluppando la costruzione di relazioni sociali “significative”.

Gli obiettivi

Obiettivi del Bando sono il contrasto della solitudine e la creazione di un maggiore senso di comunità, anche attraverso legami di vicinato a supporto della quotidianità di anziani non autosufficienti o fragili o di persone disabili. I progetti dovranno coinvolgere un numero adeguato di individui bisognosi di aiuto, valorizzare le capacità e le esperienze dei destinatari e avere carattere di continuità temporale tendendo a ottenere effetti duraturi.

“Puntiamo sulla sussidiarietà”

“L’invecchiamento della popolazione e la mancanza di forti investimenti nazionali nei servizi dedicati alla non autosufficienza – dichiara l’assessore alla Coesione sociale, Simone Venturini – rendono necessario un continuo impegno delle a mministrazioni locali nel garantire servizi e nella costruzione di collaborazioni col mondo dell’associazionismo e del terzo settore. Nella nostra città esistono innumerevoli esperienze di viva e costruttiva alleanza tra Comune e associazioni e sono moltissime le idee in fase di elaborazione. Per concretizzarle abbiamo indetto un bando per raccogliere le proposte, sostenendone, in fase iniziale, almeno 10. Questi progetti dovranno essere innovativi e in grado di durare nel tempo. Il contributo del Comune va interpretato come compartecipazione e aiuto nel sostenere le spese derivanti dal progetto. Alle volte basta poco perché dal territorio e dal mondo del volontariato emergano progetti straordinari, ed è compito delle amministrazioni pubbliche sostenerli, in piena coerenza con il principio della sussidiarietà. Si tratta di un bando sperimentale – conclude Venturini – suscettibile di integrazioni, modifiche o miglioramenti già nei primi mesi del prossimo anno, a progetti avviati”.

Termini e dettagli

Il termine di scadenza di presentazione delle domande è il 30 novembre 2018.

Per ulteriori informazioni sono disponibili le seguenti pagine del sito del Comune:

(Comune di Venezia)

UA-82874526-1