Politica – Ciambetti: “Non si difendono così né la laicità né la scuola: un errore chiudere la porta in faccia al vescovo Tessarollo”

Politica – Ciambetti: “Non si difendono così né la laicità né la scuola: un errore chiudere la porta in faccia al vescovo Tessarollo”

(Arv) Venezia, 6 dic. 2018 – “Non si difendono né la laicità, né la scuola  chiudendo la porta in faccia al vescovo”. Con queste parole il presidente del Consiglio regionale Roberto Ciambetti ha commentato l’episodio accaduto a Porto Tolle dove il dirigente scolastico “ha ritenuto inopportuna la visita del presule a docenti e studenti di una scuola pubblica e, in quanto tale, laica – ha spiegato Ciambetti – Nessuno mette in discussione la laicità della scuola e l’autonomia del dirigente come del corpo insegnante, ma penso che l’incontro con il Vescovo di Chioggia e del Delta fosse una occasione per l’Istituto scolastico, una opportunità: permettere l’incontro con insegnanti e studenti non significa di certo indebolire o compromettere la laicità scolastica che non deve avere paura del dialogo, anzi, e a maggior ragione se il confronto avviene con una figura altamente rappresentativa del sentimento religioso e della pietà popolare. Monsignor Tessarollo è uomo schietto e sono sicuro che saprà valutare nella giusta misura l’incidente anche se avrebbe piena ragione nel rammaricarsi. A lui la mia personale solidarietà.”

/1863

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1