Politica – Finco (Lega Nord): “L’invito di don Favarin a non fare il Presepe? Una provocazione. Se vuole far polemiche abbandoni l’abito e si dia alla politica”

Politica – Finco (Lega Nord): “L’invito di don Favarin a non fare il Presepe? Una provocazione. Se vuole far polemiche abbandoni l’abito e si dia alla politica”

(Art) Venezia, 3 dicembre 2018 – «Negare un simbolo della tradizione cristiana come il presepe e spacciare il gesto per “evangelico” è solo una provocazione, ancora più assurda considerando che viene proprio da un uomo di chiesa». Così Nicola Finco, capogruppo in Consiglio regionale del Veneto della Lega Nord, risponde alle dichiarazioni del parroco padovano don Luca Favarin che, prima sui suoi social e poi intervistato per radio, ha consigliato di non realizzare il presepe per “rispetto dei valori del Vangelo” riguardo l’immigrazione. «Don Favarin accusa chi non la pensa come lui in materia di accoglienza di essere ipocrita – continua Finco -, eppure strumentalizzare per i propri fini politici una tradizione nata quasi 800 anni fa, così radicata nella cultura cristiana, è la vera ipocrisia. Questo parroco padovano è sempre in prima linea per predicare il rispetto dell’altro e delle idee altrui, ma poi è anche il primo, e senza motivo, ad attaccare chi ha opinioni diverse dalle sue. E se poi vuole continuare su questa strada polemica, allora gli consiglio di abbandonare la carriera religiosa e di dedicarsi a quella politica».

/1819

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1