Ambiente – Ruzzante (LeU): “Monselice, scuola Cini inquinata da gas Radon. La Regione è inadempiente, a 6 anni dalla legge, manca il Piano di prevenzione”

Ambiente – Ruzzante (LeU): “Monselice, scuola Cini inquinata da gas Radon. La Regione è inadempiente, a 6 anni dalla legge, manca il Piano di prevenzione”

(Arv) Venezia, 14 gen. 2019   – “La presenza di elevate concentrazioni di gas Radon nel territorio dei Colli Euganei è nota da anni, se non da decenni. Il caos di questi giorni è l’effetto dei clamorosi ritardi da parte delle autorità competenti nell’affrontare la questione. In primis della Regione, che per legge avrebbe dovuto approvare entro l’estate 2014 un Piano regionale di prevenzione e riduzione dei rischi connessi all’esposizione al gas Radon”.

La denuncia è del consigliere regionale Piero Ruzzante (Liberi e Uguali), che informa “oggi ho depositato un’Interrogazione per chiedere alla Giunta regionale quando sarà finalmente adottato il Piano di prevenzione, previsto dalla L.R. n. 20/2013, e come intenda agire rispetto al caso della scuola Cini di Monselice. Già nel 2016, avevo interrogato la Giunta per chiedere lumi rispetto all’approvazione del succitato Piano”.

“Siamo di fronte ad una situazione di grave inquinamento ambientale, gestita con una superficialità allarmante – sottolinea il consigliere regionale – l’incertezza, determinata dall’assenza di un Piano, comporta la confusione a cui stiamo assistendo: dai tempi lunghissimi di Arpav, alle difficoltà dei cittadini che vorrebbero informazioni certe, all’inerzia dell’amministrazione comunale. Bene ha fatto la preside dell’Istituto comprensivo a scrivere al Sindaco e al Presidente della Regione per chiedere interventi urgenti a tutela dei bambini e del personale, tra cui il trasferimento delle attività scolastiche”.

“La Regione Veneto ha pesanti responsabilità per non aver applicato il Piano di Prevenzione – denuncia ancora Ruzzante – e ora ha il dovere di intervenire assieme all’amministrazione comunale, perché questa emergenza non può più essere ignorata”.

“Nell’Interrogazione – spiega il consigliere – chiedo quali azioni intenda promuovere la Regione, anche tramite Arpav, e con il coinvolgimento dell’ULSS competente, in relazione a quanto sopra rappresentato, e se le Amministrazioni comunali abbiano concluso l’attività di bonifica relativa al finanziamento, secondo quanto previsto dalla  D.G.R. n. 2160 del 29 dicembre 2017, e con quale esito”.

“Inoltre – conclude Piero Ruzzante – chiedo alla Giunta regionale quando sarà adottato il Piano di cui alla Legge Regionale n. 20/2013, e quali iniziative intenda adottare nei confronti del Governo e del Parlamento nazionale per il recepimento della Direttiva 2013/59/EURATOM”.

/60

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1