Giustizia – Rizzotto (ZP): “Pena ridotta per cella sovraffollata, decisione che crea rabbia tra i cittadini”

Giustizia – Rizzotto (ZP): “Pena ridotta per cella sovraffollata, decisione che crea rabbia tra i cittadini”

(Arv) Venezia, 11 gen. 2019 –

“Ci sono comunità che, anche a distanza di anni, faticano a chiudere certe pagine del passato, per l’efferatezza e la violenza del crimine perpetrato. Se però poi, accanto a queste pagine dolorose, si accompagnano anche scelte come quelle che oggi apprendiamo sui giornali, allora si aprono ferite insanabili in seno alla nostra società, che fanno perdere la fiducia nei cittadini”.

Le parole sono della Capogruppo di Zaia Presidente in Consiglio regionale, Silvia Rizzotto, che commenta così “la notizia di oggi sulla riduzione della pena a carico di Andrea Loro, giovane operaio che anni addietro cercò di strangolare e bruciare la moglie”.

“Il rapporto di fiducia che regola i rapporti tra cittadini e Istituzioni è fondamentale per la nostra società – afferma la consigliera regionale –  e ogni fatto che fa venir meno tale fiducia, è pericoloso perché può incidere negativamente sulle legittime aspettative di quanti credono e si sentono rappresentati da tali Istituzioni”.

“Mi risulta, per questo, difficile capire come possa lamentarsi di essere costretto in spazi angusti all’interno della propria cella di detenzione chi si è macchiato di un reato come il tentato omicidio su una giovane donna, arrivando persino al punto di strangolarla per poi provare a bruciarla – aggiunge Rizzotto –  Sarebbe interessante chiedere all’ex compagna, che solo per miracolo si è salvata, che ne pensa di tutta questa vicenda, anche se credo si farebbe fatica perfino a trovare gli aggettivi appropriati”.

“Sei anni fa si è evitata per miracolo la scomparsa di un essere umano – chiosa Silvia Rizzotto – ma a quanto pare, oggi, si è persa la dignità”.

 

/55

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1