Sicurezza pubblica – Boron (ZP): “Espulso detenuto che inneggiava alla Jjihad dal carcere di Padova. Un terrorista in meno, chi contesta la sicurezza di Salvini dovrebbe invece ringraziare”

Sicurezza pubblica – Boron (ZP): “Espulso detenuto che inneggiava alla Jjihad dal carcere di Padova. Un terrorista in meno, chi contesta la sicurezza di Salvini dovrebbe invece ringraziare”

(Arv) Venezia, 10 gen. 2019    – “E’ notizia di oggi l’espulsione di un detenuto tunisino che, dall’interno del carcere di Padova, inneggiava all’Islam e alla Guerra Santa. Il Sindaco di Padova promuove la disobbedienza contro il Decreto Sicurezza di Salvini, ma intanto se nella città del Santo abbiamo un pericoloso terrorista in meno lo dobbiamo all’azione di Governo del Ministro degli Interni, Matteo Salvini”.

Così il consigliere regionale Fabrizio Boron (Zaia Presidente) commenta “l’inchiesta che a Padova ha portato all’espulsione di Mahmoud Jebali, detenuto tunisino di 33 anni, scoperto a fare proselitismo all’interno delle celle del carcere Due Palazzi”.

“Il tunisino era in carcere per una brutale rapina ai danni di un’anziana signora –  spiega l’esponente di Zaia Presidente – e qui indottrinava gli altri detenuti, facendo proselitismo a favore della Jjihad islamica. Non si stava reinserendo certo nella nostra società, e men che meno aveva in mente di pagarci la pensione”.

“Gli inquirenti hanno trovato messaggi estremamente allarmanti – informa il consigliere regionale –  come ‘morirete tutti, entreremo nelle vostre case e vi mangeremo’, che hanno spinto il Tribunale a decidere per l’espulsione. Un provvedimento che già, in passato, l’aveva colpito, ma dal quale era riuscito a sottrarsi”.

“Alla luce di questo ennesimo episodio di pericolosità sociale – conclude Fabrizio Boron – abbiamo la certezza che la minaccia del terrorismo è più concreta che mai e questo ci porta a sostenere ancora una volta, con rinnovata forza, che l’azione del Ministro Salvini va nella direzione giusta: se ne faccia una ragione il Sindaco di Padova Giordani”.

/49

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1