Candiani Groove torna domenica 10 febbraio alle 18 con l’imperdibile concerto di Bassekou Kouyate & Ngoni Ba

Candiani Groove torna domenica 10 febbraio alle 18 con l’imperdibile concerto di Bassekou Kouyate & Ngoni Ba.

Bassekou Kouyate è uno dei grandi maestri del ngoni, un antico liuto tradizionale diffuso in tutta l’Africa occidentale. Per questo nuovo album si avvale di un’insolita formazione che comprende tre suonatori del ngoni (di diverse tonalità) e due percussionisti (tamburi parlanti, Yabara, Calebasse). A completare la formazione è la fantastica cantante Amy Sacko.

A tre anni dal suo ultimo album Ba Power Bassekou  ha da poco iniziato il tour con il suo quinto disco dal titolo Miri, uscito lo scorso 25 gennaio per Outhere Records e anticipato dal singolo Deli.
Il debutto internazionale nel 2007 gli è valso riconoscimenti come “Album dell’anno” e la possibilità di esibirsi sui palchi dei festival più noti quello  di Glastonbury, che sono serviti all’artista per far conoscere e far interessare il grande pubblico alla musica popolare e autoctona, radicata nelle tradizioni del Mali, il cui esempio principali è sicuramente esemplificato dai Griot (tipici cantastorie).

Il disco di Kouyaté rappresenta un ritorno a un sound più acustico, accompagnato comunque da una densa parte strumentale, infatti Miri sarà eseguito dal vivo con l’accompagnamento di una formazione che comprende tre Ngoni, due percussionisti e una voce femminile; quella di Ami Sacko, coniuge di Kouyaté.

Miri, che nel più diffuso idioma del Mali significa Sogno, è un disco in completo contrasto con la sua produzione precedente in cui l’artista si era trovato a dover affrontare la crisi politica del paese: si trattava infatti di un lavoro più crudo e di denuncia, mentre Miri, al contrario, parla di amore, di sentimenti dolci e di tradizioni.
Nelle sonorità dei brani si respira un tentativo di rendere un’immagine della cultura del Mali, cercando di trasmettere l’essenza e la veridicità della nazione; ma anche lo stretto legame con tra Kouyaté e la sua famiglia, il disco è infatti dedicato sia alla madre recentemente scomparsa, sia a due grandi musicisti del Mali con i quali l’autore alla diviso il palco in passato.

Un concerto da ascoltare e apprezzare sia per il suo volere rappresentare un mondo lontano e sconosciuto ai più, sia per la parte strumentale: energica, precisa e accattivante.

Ingresso: intero euro 15 – ridotto possessori tessere Cinema Più e Img, soci Caligola, Casa della cultura iraniana euro 12 – ridotto Candiani Card, studenti fino a 26 anni euro 10 – ridotto speciale under 14 euro 3

Biglietti in vendita alla biglietteria del Centro e online www.biglietto.it (diritto di prevendita 1 euro)

Orari biglietteria: martedì e giovedì 16.00 – 18.00, mercoledì e venerdì 10.00 – 12.00, sabato 16.00 – 20.00.

In occasione degli spettacoli, da due ore prima dell’inizio.

www.culturavenezia.it/candiani

(Comune di Venezia)

UA-82874526-1