CENTENARIO DELLA MORTE DI BERNARDI. VERONA FESTEGGIA L’INVENTORE DEL MOTORE A SCOPPIO

CENTENARIO DELLA MORTE DI BERNARDI. VERONA FESTEGGIA L’INVENTORE DEL MOTORE A SCOPPIO

Se oggi l’automobile è un mezzo che ci facilita la vita, lo dobbiamo a lui. Il primo motore a scoppio è stato infatti inventato dal veronese Enrico Bernardi, con tanto di brevetto registrato nel 1882.

Per ricordare la figura del matematico inventore, in occasione del centenario della morte, l’Automobile Club di Verona, in collaborazione con il Comune, organizza una serata aperta a tutta la cittadinanza, con focus sulla storia delle quattro ruote e il legame con il territorio veronese.

L’appuntamento è per giovedì 21 febbraio, alle 19 in Gran Guardia. Sarà anche l’occasione per premiare gli sportivi veronesi dell’automobile che si sono distinti nel corso della stagione 2018.

La parte storica sarà affidata al giornalista Danilo Castellarin, che racconterà la vita di Bernardi e il contesto sociale in cui è vissuto, anche grazie all’ausilio di immagini di Verona dell’Ottocento che testimoniano il ruolo dell’automobile in un’epoca di grandi cambiamenti.

Per gli aspetti più tecnici del lavoro di Bernardi, sarà chiamato a parlare Alessandro Zambonini, presidente onorario dell’Associazione “Scienza e Tecnica a Verona”, impegnata nel divulgare i successi scientifici raggiunti sul territorio veronese.

Seguirà poi la premiazione degli sportivi. Circa 80 i riconoscimenti, tra questi, anche un premio intitolato proprio a Bernardi.

“A Verona Bernardi è ricordato con una piazza a lui intitolata, una statua e alcune lapidi – ha detto l’assessore allo Sport Filippo Rando -. Nonostante ciò, non tutti i veronesi sanno che l’inventore del primo motore a scoppio alimentato a benzina è nato proprio qui. Un vanto per tutta la comunità, tanto più se pensiamo a quanto è diventata indispensabile l’auto nella vita di tutti i giorni”.

Alla conferenza erano presenti il direttore dell’ACI Club Verona Riccardo Cuomo, il presidente onorario di A.S.T.a V. Alessandro Zambonini con il presidente Renzo Fasiolo, il vice presidente di ACI Gest Armando Portacci e il giornalista Danilo Castellarin.

(Comune di Verona)

UA-82874526-1