Economia – Guarda (AMP): “Bando terme di Recoaro andato deserto, rilancio bloccato. Evidenti le colpe del governo regionale”

Economia – Guarda (AMP): “Bando terme di Recoaro andato deserto, rilancio bloccato. Evidenti le colpe del governo regionale”

(Arv) Venezia, 28 feb. 2019 – “Pensare che con un mini-affidamento di 18 mesi si potessero attirare soggetti interessati alla gestione delle Terme di Recoaro era una scommessa già persa in partenza. E infatti il bando è andato deserto. L’unico a non accorgersi dell’assurdità di un simile approccio è stato il governo regionale. Serve davvero un’impostazione completamente diversa. Bisogna creare nuove condizioni, capaci di attrarre chi vorrebbe investire sul rilancio di questo polo termale”.

La presa di posizione è della consigliera Cristina Guarda (AMP), alla luce dell’esito del bando per l’affidamento di una concessione di valorizzazione delle Terme di Recoaro.  “E’ indispensabile rimettere in sesto le strutture, ampliare i servizi rendendoli più attrattivi anche per il turismo del wellness e non solo per le prestazioni sanitarie. Bisogna insomma rovesciare la situazione. Eppure la Regione continua a perseverare con quella sua impostazione miope che ha portato alla decadenza l’intera area termale recoarese, vista la totale assenza di pianificazione e fondi. Sulla situazione di pesante crisi – conclude Guarda – grava per paradosso una leggerezza gravissima con la quale la Lega continua a rimandare la soluzione dei problemi, con scelte dispendiose e per nulla fruttuose, che tengono in sospeso una comunità intera che di turismo dovrebbe e potrebbe vivere davvero”.

/448

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1