Febbraio 2019 – Musica e teatro per raccontare Turoldo

Debutta a Santa Maria Del Cengio il 9 febbraio il nuovo spettacolo di Davide Peron ed Eleonora Fontana.

In cammino con Turoldo, lungo la Romea Strata. È l’inizio di un viaggio quello che andrà in scena sabato 9 febbraio al santuario di Santa Maria del Cengio, a Isola Vicentina, con lo spettacolo “Turoldo, in cammino verso l’altro” del cantautore Davide Peron e dell’attrice Eleonora Fontana. I due, sposi nella vita oltre che compagni di scena, porteranno sul palco uno spettacolo teatrale e musicale che debutterà proprio a Santa Maria del Cengio e che ridarà voce e gambe alla poesia di padre David Maria Turoldo. Darà “gambe” perché lo spettacolo è stato realizzato in collaborazione con l’Ufficio pellegrinaggi della Diocesi di Vicenza. «La nostra idea – spiega Davide Peron – è di portarlo lungo la Romea Strata, l’antica via di pellegrinaggi che l’Ufficio pellegrinaggi sta facendo conoscere», e che nel santuario di Isola Vicentina ha una delle sue ‘tappe’.

Davide Peron, nato nel 1974 a Schio, ha cinque album all’attivo. Il primo, “Davide Peron”, è del 1998, seguito da “Aria buona”, “Fin qui” e “Imbastir parole”. L’ultimo lavoro, “Inattesi”, è del 2018 ed è dedicato alla figlia Anita. Eleonora Fontana, classe 1989, diplomata all’Accademia del Teatro Stabile del Veneto, ha all’attivo diverse esperienze cinematografiche e teatrali. Lo spettacolo che andrà in scena a Santa Maria del Cengio non è il primo lavoro che i due realizzano insieme. Lo scorso anno, infatti, in occasione del centenario dalla fine della Prima guerra mondiale, la coppia ha

portato in tour “Una calza a salire e una calza a scendere”, la storia di Maria Plozner Mentil, madre di 4 figli e una delle duemila donne della Carnia che, durante la Grande Guerra, si offrirono volontarie per rifornire le prime linee. «Ho conosciuto Turoldo durante il mio anno di obiettore di coscienza, era una figura che tornava di frequente, insolita, che mi ha sempre affascinato e appassionato – racconta Peron -. Non so dire perché abbiamo sentito l’esigenza di dedicargli uno spettacolo, sentiamo però che il suo messaggio è molto attuale, specialmente per quello che riguarda “l’incontro con l’altro”. Lo spettacolo racconta la bellezza del cammino come fonte di ricchezza, dove l’incontro con l’altro genera nuova vita, dove l’amore è la risposta, narrato attraverso le parole e i versi poetici di padre David Maria Turoldo».

Per l’occasione, oltre a riproporre alcuni brani del suo repertorio, Peron ha composto delle musiche originali che accompagneranno i testi dello spettacolo, curati da Eleonora Fontana, che darà voce a Turoldo e ai suoi scritti. «I testi sono stati supervisionati da padre Ermes Ronchi, che risiede a Santa Maria del Cengio e che ci ha rassicurati sulla fedeltà al pensiero di Turoldo», spiega Peron. Gli abiti di scena, invece, sono stati realizzati dalla Sartoria Cristin.

Lo spettacolo del 9 febbraio avrà inizio alle 20.30, l’ingresso è libero. (AF) 

(Diocesi di Vicenza)

UA-82874526-1