Politica – Azzalin (PD): “Serve uno scatto di dignità per il bene di Rovigo: ultime ore per mandare a casa Bergamin e tornare alle urne a primavera”

Politica – Azzalin (PD): “Serve uno scatto di dignità per il bene di Rovigo: ultime ore per mandare a casa Bergamin e tornare alle urne a primavera”

(Arv) Venezia 20 feb. 2019   –      “Restano solo poche ore per ridare dignità a Rovigo ed evitare un lungo commissariamento che rischierebbe di acuire problemi già gravi. L’unica soluzione è ridare la parola agli elettori, senza fare calcoli di comodo, perché l’interesse primario deve essere il bene della città. E certi giochetti stanno già costando caro alle tasche dei contribuenti”.

Lo chiede il consigliere regionale del Partito Democratico, Graziano Azzalin,  alla luce della “scadenza del termine ultimo per le dimissioni dei consiglieri comunali, in modo da andare al voto nella tornata amministrativa del prossimo maggio”.

“Occorre mettere fine a questa agonia, con Bergamin asserragliato nel bunker di Palazzo Nodari come l’ultimo dei giapponesi – afferma l’esponente dei Democratici –  Al di là delle diverse posizioni su come governare Rovigo, tutta l’opposizione, ma anche la maggioranza, devono prendere atto che una stagione politica è terminata. Rovigo è diventata lo zimbello d’Italia e non se lo merita”.

“Basta tergiversare – conclude Graziano Azzalin –  i consiglieri sono stati eletti per agire nell’interesse dei cittadini, non per difendere una poltrona, e l’unico modo per farlo è mandare a casa questo sindaco”.

/381

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1