Sesta Commissione – “Completato l’esame della Legge Quadro sulla Cultura. Votata la presa d’atto su attuazione iniziative Commissione pari opportunità”

Sesta Commissione – “Completato l’esame della Legge Quadro sulla Cultura. Votata la presa d’atto su attuazione iniziative Commissione pari opportunità”

(Arv) Venezia 20 feb. 2019 –     Nella seduta odierna, la Sesta Commissione consiliare permanente – Presidente Alberto Villanova (ZP) e Vicepresidente Francesca Zottis (PD) – ha innanzitutto votato all’unanimità la presa d’atto sul Rend n. 128 ‘Trasmissione relazione sullo stato di attuazione delle iniziative realizzate e promosse, nell’anno 2017, dalla Commissione regionale per la promozione delle pari opportunità tra uomo e donna’.

La Commissione regionale si è insediata il 25 novembre 2016 e si è suddivisa in diversi Gruppi di lavoro per studiare al meglio le politiche femminili, interagendo con gli Enti Locali e le principali realtà territoriali del Veneto per sostenere determinate progettualità. Nel 2017, sono in particolare stati affrontati il problema della conciliazione tra famiglia e lavoro, quello della violenza di genere, i possibili interventi urbanistici nelle città per renderle ‘smart’ anche al femminile, la toponomastica delle città declinata anche al femminile. E’ stata concessa la partnership della Commissione a diverse iniziative, per favorire la formazione scientifica delle donne e sostenere la prevenzione e il contrasto della violenza contro le donne. Verrà valutata la possibilità di assegnare alla Commissione regionale un budget sufficiente a fare fronte alle spese di funzionamento della stessa.

Alla presenza dell’Assessore regionale competente, Cristiano Corazzari, è stato quindi completato l’esame e il voto della Legge Quadro in materia di Cultura e della sua parte emendativa, un Testo Unico frutto della sintesi di quattro PdL, uno della Giunta, il n. 261, assunto quale testo di riferimento, e tre di iniziativa consiliare (primi firmatari, Salemi, Montagnoli e Zorzato). In particolare, è stato dato il via libera al Programma triennale della Cultura, alla Consulta regionale, formata da soggetti rappresentanti i diversi comparti, con funzioni consultive nell’ambito della programmazione triennale regionale, con la previsione di articolazioni interne alla stessa relative a settori di intervento quali beni e servizi culturali e attività culturali e spettacolo. Via libera anche al Sistema Informativo regionale sulla programmazione triennale, alle imprese culturali e creative, alla digitalizzazione dei beni culturali, alla promozione del volontariato culturale, alla valorizzazione dei beni paesaggistici e alla promozione degli eco musei, delle attività culturali ed editoriali, del teatro amatoriale e degli spettacoli dal vivo, delle produzioni cinematografiche e dell’audiovisivo. Verrà sostenuta l’attività svolta dalla Veneto Film Commission. E’ stato proposto e votato un articolo aggiuntivo che prevede l’istituzione presso la Giunta dell’Osservatorio dello spettacolo dal vivo, che analizza l’offerta di spettacolo nel territorio in tutte le sue forme.

Concluso l’esame dell’articolato e degli emendamenti presentati, il nuovo testo normativo verrà ora trasmesso alla Prima Commissione per il rilascio del parere di competenza sulla norma finanziaria, per poi fare ritorno in Commissione Cultura per la sua definitiva approvazione.

/386

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1