Trasporti – Bartelle (IIC): “Ferrovie: Zaia, De Berti e Sistemi Territoriali, uniti per creare nuovi disagi ai cittadini”

Trasporti – Bartelle (IIC): “Ferrovie: Zaia, De Berti e Sistemi Territoriali, uniti per creare nuovi disagi ai cittadini”

(Arv) Venezia 26 feb.  2019 –      “Se si dovesse fare un’indagine demoscopica sul grado di soddisfazione dei pendolari di Sistemi Territoriali, e più nello specifico della tratta Mestre-Adria, credo che i consensi dei cittadini farebbero registrare percentuali ridotte ai minimi storici, a differenza del trend in crescita per Trenitalia, pubblicate oggi sui maggiori quotidiani nazionali”. Esordisce così la Consigliera regionale Patrizia Bartelle (Italia in Comune) che interviene “dopo aver raccolto gli effetti del primo giorno di entrata in vigore dei nuovi orari dei treni sulla tratta Mestre-Adria, definiti da Sistemi Territoriali. La società, braccio operativo della Regione Veneto, sta dimostrando poca intelligenza politica, con continui disservizi e disagi per gli utenti. Basti pensare alla segnalazione pervenutami dai pendolari, e portata all’attenzione della Seconda commissione consiliare, relativamente ai disagi annunciati, che si sarebbero creati con la soppressione del treno delle 12.19 da Venezia per Adria, e la mancata coincidenza a Piove di Sacco dei due autobus che partono da Mestre alle 12.40: uno di questi effettua tutte le fermate tra Mestre e  Piove di Sacco, dove conclude la propria corsa; l’altro bus che arriva a Adria, senza effettuare le fermate comprese tra Mestre e Piove di Sacco. Un notevole disagio la mancata coincidenza a Piove di Sacco dei due bus, che di fatto costringe i pendolari che salgono alle fermate intermedie tra Mestre e Piove di Sacco con destinazione Adria, ad utilizzare il servizio Actv. La risposta di Sistemi Territoriali, ovvero che sarà ripristinato il treno delle 12.19 da Mestre dal mese di giugno a settembre, dimostra la poca attenzione da parte della Giunta Zaia verso i suoi cittadini Veneti, perché fino a Giugno i pendolari dovranno mettere mano al portafoglio quotidianamente per utilizzare servizi pubblici alternativi”.

“Complimenti quindi a Zaia, all’assessore De Berti e a Sistemi Territoriali – conclude ironicamente Bartelle – che continuano a creare nuovi disagi ai cittadini”.

/422

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1