Una notte d’inverno con i senza dimora. Il nostro viaggio nei centri gestiti da Caritas Padova

C’è chi cerca un letto meno duro della strada per dormire sereno, al caldo, dopo una doccia e un piatto di pasta. E c’è chi, invece, vuole sentirsi chiamare per nome, trovare un volto amico ad accoglierlo per superare l’inverno e le notti più rigide. Una protezione umana si cela nelle esperienze di Caritas e delle associazioni attive durante il piano per l’accoglienza invernale dei senza fissa dimora. Una rete nella quale l’organismo pastorale della Conferenza episcopale italiana gestisce tre spazi messi a disposizione da altrettante parrocchie: San Benedetto con sei posti, Altichiero con tre e Voltabarozzo con dieci letti. Dal ragazzo italiano senza un lavoro stabile al kosovaro arrivato in Italia da bambino e orfano ha conosciuto solo la vita di strada.

Leggi il servizio della Difesa del popolo

(Diocesi di Padova)

UA-82874526-1