ARIA. I RISULTATI DEL MONITORAGGIO ARPAV A CAVALLINO TREPORTI

E’ stata pubblicata la relazione sul monitoraggio della qualità dell’aria a Cavallino Treporti. Il monitoraggio è stato realizzato con una stazione rilocabile, collocata in via Ippocrate, tra gennaio e agosto dello scorso anno per avere un quadro esaustivo sia nel periodo invernale che in quello estivo. Inoltre ai dati sull’aria sono stati abbinati quelli meteo utilizzando la locale stazione Arpav.

In sintesi i risultati vedono il monossido di carbonio, biossido di zolfo e biossido di azoto entro i limiti di legge. Anche per quanto riguarda il benzene e benzo(a)pirene, le medie complessive del periodo di monitoraggio sono risultate inferiori al valore limite annuale per il benzene ed inferiori al valore obiettivo per il benzo(a)pirene.
La concentrazione di ozono nella campagna del “semestre estivo” ha superato l’obiettivo a lungo termine per la protezione della salute umana in 21 giornate.
12 i giorni di superamento, su 84 complessivi di misura (14%), per le polveri PM10. Il valore limite per questo inquinante è di 50 µg/m3 da non superare per più di 35 volte all’anno. La media complessiva dei due periodi di monitoraggio(inverno ed estate) è stata pari a 32 µg/m3. Il confronto con la stazione di Mestre – Parco Bissuola, stima per il sito di Cavallino Treporti un valore di 29 µg/m3, inferiore al valore limite annuale. La medesima metodologia di calcolo stima inoltre il superamento del valore limite giornaliero per un numero di giorni inferiore ai 35 consentiti.

L’indice di qualità dell’aria, basato sull’andamento delle concentrazioni di PM10, biossido di azoto e ozono, evidenzia che nella maggior parte delle giornate di monitoraggio la qualità dell’aria è stata accettabile.

Link alla relazione: www.arpa.veneto.it/arpav/chi-e-arpav/file-e-allegati/dap-venezia/aria/dap-venezia-campagne-di-monitoraggio-qualita/comune-di-cavallino-treporti/RT_4ATM18.pdf

(Arpav)

UA-82874526-1