Autonomia – Azzalin (PD): “Adesso se ne accorge anche Zaia: per le eventuali nuove competenze la Regione riceverà le stesse risorse spese oggi dallo Stato. Non un euro in più”.

Autonomia – Azzalin (PD): “Adesso se ne accorge anche Zaia: per le eventuali nuove competenze la Regione riceverà le stesse risorse spese oggi dallo Stato. Non un euro in più”.

(Arv) Venezia 22 mar. 2019 – “Finalmente se n’è accorto anche Zaia: l’autonomia non porterà un euro in più al Veneto. Lo Stato trasferisce le competenze e le relative risorse. Stop. Altro che favole dei nove decimi e residuo fiscale. Siamo soddisfatti che dopo anni di propaganda si accodi alla posizione del Pd, che è poi quanto previsto dalla Costituzione”. Così il Consigliere regionale Graziano Azzalin (Partito Democratico) risponde al commento del governatore del Veneto sulle dichiarazioni del presidente della Consulta Giorgio Lattanzi in tema di autonomia, all’interno della relazione sull’attività svolta dalla Corte Costituzionale nel 2018. “È un’ovvietà che abbiamo ripetuto fino alla noia. Adesso Zaia se ne appropria per indorare la pillola di un’autonomia sempre più sfumata e lontana. Ma onestà vorrebbe che la raccontasse per intero, uscendo dalla campagna elettorale permanente. Le parole di Lattanzi, infatti, dicono che l’autonomia può svolgersi compiutamente solo se è in grado di disporre delle risorse economiche necessarie all’espletamento delle funzioni di competenza, e a condizione che esse siano attribuite secondo modi e tempi che permettono un’idonea programmazione della spesa, ovviamente con risorse non maggiori di quelle che spende lo Stato. Ciò significa – conclude Azzalin – che l’autonomia, almeno per come la intende la Lega, non arriverà mai”.

/621

(Consiglio Veneto)

Please follow and like us
UA-82874526-1