Ultime

AUTOSTRADA DEL BRENNERO E POLIZIA STRADALE IN CATTEDRA PER EDUCARE I RAGAZZI

Studenti a scuola di educazione stradale. Perché formare i ragazzi di oggi, vuol dire avere conducenti attenti sulle strade di domani.

Si è svolta questa mattina, in Gran Guardia, la quinta edizione dell’iniziativa “L’ABC – L’Autostrada del Brennero in Città”, promossa dalla società Autostrada del Brennero S.p.A. in collaborazione con la Polizia di Stato e l’assessorato alle Politiche giovanili del Comune. Ad ascoltare la lezione sull’educazione stradale, un centinaio di ragazzi delle classi 4^ e 5^ del Liceo Buonarroti e del Centro di formazione professionale Canossiane.

Ad aprire la mattinata, il sindaco Federico Sboarina, che ai ragazzi ha raccontato “cosa si prova a perdere un amico a causa di un incidente stradale, un dolore che non si rimargina, tanto più se si pensa che poteva essere evitato. La maggior parte degli incidenti sono causati dalla distrazione – ha detto il sindaco – si guida guardando il cellulare, si pensa che sia normale ma in realtà basta un attimo per stravolgere delle vite intere. Ragazzi, bisogna anche saper dire dei no, non accodarsi sempre a quello che fanno gli amici, se è per il proprio bene. Non guido stasera, perché ho bevuto. Ecco un no responsabile, che non solo ci salverà la vita ma ci farà anche guadagnare il rispetto degli altri. Ringrazio Autostrada del Brennero per l’attività che svolge sul territorio, come infrastruttura ma anche come ente vicino ai cittadini e alle sue esigenze. E, ovviamente, la Polizia Stradale, per la presenza costante sulle nostre strade e autostrade”.

La mattinata è proseguita con la proiezione del film “Young Europe”, lungometraggio prodotto dalla Polizia di Stato e co-finanziato dalla Commissione Europea, a cui è seguita un’originale lezione di educazione stradale. L’intervento, studiato appositamente per stimolare la partecipazione attiva del giovane pubblico in sala e per promuovere i comportamenti corretti da adottare in autostrada in caso di necessità, sarà supportato da immagini e video tratti dalle telecamere poste lungo le autostrade italiane, oltre che da materiale appositamente realizzato per il progetto.

L’iniziativa, avviata nel 2014, ha coinvolto fino ad oggi più di 7 mila studenti delle scuole secondarie di secondo grado dei Comuni appartenenti ai territori attraversati dall’A22.

Presenti in Gran Guardia anche il vice presidente della società Autostrada del Brennero S.p.A. Fausto Sacchetto, l’ispettore Andrea Scamperle della Polizia Stradale e il commissario Giovanna Caturano in rappresentanza della Questura.

Per ulteriori informazioni tel. 045-8078789-8787, www.politichegiovanili.comune.verona.it.

(Comune di Verona)

UA-82874526-1