Comunicato stampa: parco Iris, fermata la moria di pesci

Si è fermata la moria di pesci nel laghetto del parco Iris, mentre arrivano nuovi dati sulle cause del fenomeno che aveva colpito i frequentatori del grande parco.

«I tecnici del settore sono intervenuti prontamente coinvolgendo anche Arpav e Servizio Veterinario – spiega l’assessora al verde, Chiara Gallani – Al momento, complice anche il cambiamento di temperatura e i nostri interventi, l’acqua appare pulita e la moria si è fermata, anche se l’attenzione è ancora alta e le indagini continuano. I pesci morti analizzati  presentano parassiti esterni e interni e risultano colpiti da un fungo. Ulteriori approfondimenti sono in corso da parte del Servizio Veterinario, ma sembra che la moria sia dovuta ad un virus. Stanno procedendo comunque tutti i controlli per arrivare a capire con esattezza le cause del fenomeno».

In particolare l’attenzione è focalizzata sulla qualità dell’acqua del laghetto e sulle condizioni di vita dei pesci: «Un laghetto in un parco cittadino è per sua natura un ecosistema delicato e per questo esige rispetto e attenzione – continua l’assessora Gallani – Purtroppo molte persone, con le migliori intenzioni, portano animali (pesci o anche tartarughe) di loro iniziativa o danno loro da mangiare. Non sempre questi comportamenti sono positivi. La sovrappopolazione infatti può diventare un problema e dare vita a fenomeni come quelli che abbiamo visto in questi giorni. Da parte nostra proseguiremo con gli interventi per migliorare le condizioni di vita di questi animali, ma stiamo pensando anche a una campagna informativa per dare indicazioni sui migliori comportanti da tenere in queste situazioni».

(Comune di Padova)

UA-82874526-1