Ultime

On line i dati 2018 relativi alle verifiche periodiche e alla sorveglianza sugli strumenti metrici

13/03/2019

Controllati complessivamente 1.571 strumenti: 1.173 in operazioni di verificazione periodica e 398 in azioni di sorveglianza.

Per quanto riguarda la verificazione periodica, che è effettuata alle scadenze previste dalla legge, solo l’1% degli strumenti è risultato non conforme: la non conformità, che consiste in scostamenti sia in difetto che in eccesso delle misurazioni effettuate, si può verificare perché lo strumento, con il trascorrere del tempo, può perdere la corretta calibrazione (per questo motivo dev’essere verificato a intervalli regolari fissati dalla legge); questi scostamenti sono risultati dovuti a problematiche e/o guasti tecnici non rilevabili dal proprietario con la normale diligenza e non hanno comportato pertanto l’accertamento di violazioni amministrative a carico degli interessati ma solo l’emissione di “ordini di aggiustamento” degli strumenti, che devono essere rimessi a norma, a cura del possessore e poi riverificati da parte della CCIAA.

Per quanto riguarda la sorveglianza, che è invece svolta, a campione e senza preavviso, all’interno dei termini di scadenza della verificazione periodica, il 14% degli strumenti è risultato non conforme. Per i casi in cui gli scostamenti sono stati causati da guasti tecnici non rilevabili dall’utente con la normale diligenza, si è proceduto all’emissione, da parte della Camera di Commercio, di un “ordine di aggiustamento” dello strumento. Nei casi in cui invece le problematiche sono state causate da scostamenti eccedenti le tolleranze e/o da mancati adempimenti amministrativi da parte degli utenti, si è proceduto all’elevazione di sanzione amministrativa.

 

Leggi anche

(Camera di commercio di Verona)

UA-82874526-1