Politica – Bartelle (IIC) e Ruzzante (LEU): “Congresso mondiale delle famiglie a Verona: No tolleranza verso gli intolleranti”

Politica – Bartelle (IIC) e Ruzzante (LEU): “Congresso mondiale delle famiglie a Verona: No tolleranza verso gli intolleranti”

(Arv) Venezia, 29 marzo – “Si apre oggi a Verona il famigerato congresso mondiale delle famiglie,  un conciliabolo di sostenitori dell’antiabortismo, della condanna dell’omossessualità e della repressione del ruolo della donna. È un fatto gravissimo, ed è ancor più grave che avvenga in Veneto” Sono le parole dei Consiglieri Regionali veneti Patrizia Bartelle (IIC) e Piero Ruzzante (LEU), che aggiungono: “tra i relatori segnaliamo l’arciprete della Chiesa Ortodossa russa, che ha definito ‘assassine e cannibali’ le donne che decidono di interrompere volontariamente la gravidanza, il presidente moldavo Igor Dodon, il quale ha dichiarato di non essere il presidente dei gay perché  ‘dovrebbero eleggere un loro presidente’. La lista delle sconcertanti posizioni dei relatori purtroppo è lunga. Famiglia è dove c’è amore, non conta nient’altro – precisano Bartelle e Ruzzante – l’evoluzione della società passa attraverso il rispetto del prossimo, e non è ammissibile che eventi come questo, finalizzati a promuovere l’intolleranza verso l’altro, abbiano luogo. A maggior ragione se ciò accade nella nostra Regione la quale ha perfino concesso il proprio patrocinio e, a dispetto delle numerose richieste di questi giorni comprese una interrogazione e una mozione proposte in Consiglio Regionale, non ha ritenuto opportuno revocarlo. Manifestiamo quindi – concludono i due esponenti del Gruppo Misto – la nostra più totale contrarietà a questa “fiera dell’odio”, a questa specie di convivio della maschilità egemone, convinti che essa non si svolge né in nostro nome né in nome dei veneti che rappresentiamo”

/683

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1