Prima Commissione – Via libera al Progetto di legge statale che modifica le norme sulla legittima difesa.

Prima Commissione – Via libera al Progetto di legge statale che modifica le norme sulla legittima difesa.

(Arv) Venezia 13 marzo 2019 –    La Prima commissione permanente del Consiglio regionale del Veneto presieduta da Alessandro Montagnoli (Lega Nord), Vicepresidente Claudio Sinigaglia (Partito Democratico), ha approvato nella seduta di oggi il Progetto legge statale n. 44 del 22 dicembre 2017, primo firmatario il Presidente Montagnoli, destinato a incidere sulle disposizioni contenute nel Codice Penale, nell’Ordinamento Penitenziario e nella disciplina dell’immigrazione, allo scopo di intervenire in materia di legittima difesa, prevedendo ad esempio di punire in modo più severo la violazione di domicilio, in particolare se vengono colpiti minori, disabili, donne e persone appartenenti a fasce più deboli della popolazione, escludendo altresì il diritto al risarcimento del danno a chi volontariamente si è introdotto nelle sfere di privata dimora, e di accrescere la possibilità di difesa legittima senza incorrere nella fattispecie dell’eccesso colposo. È stato ricordato che il contenuto della proposta legislativa all’esame della Commissione presenta numerose analogie con il testo attualmente in discussione presso il Parlamento nazionale che ha già ricevuto il via libera da parte della Camera dei deputati, ed è in attesa di essere affrontato e approvato presso il Senato della Repubblica; di più, il testo in esame della Commissione regionale prevede la possibilità che la condanna dello straniero sia espiata nel paese d’origine o presso un altro paese disponibile e con il quale il Governo stipula apposite convenzioni, aspetti, questi ultimi, sui quali la Commissione ha dibattuto in maniera approfondita. Il testo ha superato a maggioranza il vaglio dell’organismo consiliare; relatore per l’Aula, il Presidente Montagnoli; correlatore, il Consigliere regionale Graziano Azzalin (Partito Democratico).

La Commissione, infine, ha espresso a maggioranza, senza voti contrari, il proprio parere positivo sulla norma finanziaria relativa alla Legge Quadro in materia di Cultura da poco licenziata dalla Sesta commissione consiliare e presso la quale è destinata a tornare per l’approvazione definitiva, in vista del suo ingresso in Aula. Si tratta di un testo che riunisce quattro diversi Progetti di legge, dei quali tre di iniziativa consiliare – il n. 130, primo firmatario il Consigliere Marino Zorzato (APV), il n. 105, primo firmatario il Presidente Montagnoli (LN), il n. 248, primo firmatario la Consigliera Orietta Salemi (PD) – e il n. 261 ‘Legge per la cultura’ di iniziativa della Giunta regionale, che funge da testo di riferimento. Via libera, a maggioranza, anche al parere di competenza sul disegno di legge n. 402, d’iniziativa dell’esecutivo regionale, ‘Politiche per la riqualificazione urbana e l’incentivazione alla rinaturalizzazione del territorio veneto’; in questo caso, il testo è destinato a tornare nella Seconda commissione per l’approvazione definitiva. Esaminate, inoltre, le proposte di candidatura presentate per la designazione di due componenti del Collegio dei revisori dei conti per l’Istituto Zooprofìlattico Sperimentale delle Venezie.


(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1