Salute pubblica – Sinigaglia (PD): “Amianto e tumori, azioni insufficienti dalla Regione, interrogazione del PD. Con una maggiore sorveglianza sanitaria si può fare prevenzione”

Salute pubblica – Sinigaglia (PD): “Amianto e tumori, azioni insufficienti dalla Regione, interrogazione del PD. Con una maggiore sorveglianza sanitaria si può fare prevenzione”

(Arv) Venezia 14 mar. 2019 –    “La Regione deve fare di più, e meglio, nell’individuazione precoce dei tumori per le persone esposte all’amianto. Serve un urgente cambio di rotta, utilizzando strumenti di sorveglianza sanitaria già disponibili”.  È la richiesta rivolta alla Giunta Zaia, contenuta in un’interrogazione sottoscritta da tutto il gruppo consiliare, dall’esponente del Partito Democratico Claudio Sinigaglia.

“In Veneto, secondo i dati forniti dallo Spisal alla Regione e risalenti al 2012, sarebbero circa 45mila le persone esposte all’amianto durante il proprio percorso lavorativo, soprattutto nelle province di Venezia e Padova. Nel corso degli anni il numero delle vittime per patologie legate all’amianto è cresciuto, ben seimila casi nel 2017 rilevati dall’Ona (Osservatorio nazionale amianto) e il picco non è ancora arrivato. Numeri che rendono indispensabile un’azione più incisiva sul fronte della sorveglianza sanitaria. Alcuni studi scientifici hanno mostrato come, con una semplice Tac a spirale a basso dosaggio, sia spesso possibile individuare precocemente i tumori del polmone in soggetti esposti ad amianto, permettendo così di avviare percorsi di cura in tempo utile, oltre al necessario accompagnamento psicologico. Anche il presidente della Fondazione ‘Bepi Ferro’ Enzo Merler, da oltre 20 anni impegnata su fronte della lotta al mesotelioma e ai tumori asbesto-correlati commentando i risultati degli studi ha evidenziato come le politiche di sorveglianza della Regione siano state insufficienti – evidenzia ancora il Consigliere Sinigaglia – Per questo chiediamo alla Giunta cosa ha intenzione di fare, quali strumenti di monitoraggio metterà in campo per assicurare l’individuazione precoce di tumori al polmone in tutte le persone esposte all’amianto”.

/561

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1