Urbanistica – Montagnoli (LN): “Riqualificazione urbana e rinaturalizzazione del territorio: verso una legge che supera la provvisorietà e che permetterà il risanamento dell’ambiente veneto”.

Urbanistica – Montagnoli (LN): “Riqualificazione urbana e rinaturalizzazione del territorio: verso una legge che supera la provvisorietà e che permetterà il risanamento dell’ambiente veneto”.

(Arv) Venezia 14 mar. 2019 – “Con il nuovo progetto di legge per la riqualificazione urbana e la rinaturalizzazione del paesaggio, si afferma un nuovo corso dell’edilizia, già intrapreso con la legge per il consumo del suolo: un modo per riportare allo stato naturale l’ambiente veneto, eliminando edifici vecchi e pericolosi e premiando le costruzioni che rispecchiano parametri precisi di qualità, efficientamento energetico e sicurezza”. Così Alessandro Montagnoli, Consigliere regionale del Veneto del gruppo Lega, commenta il via libera della Seconda commissione consiliare permanente al Pdl 402, «Politiche per la riqualificazione urbana e l’incentivazione alla rinaturalizzazione del territorio veneto».

“Dopo l’esame e l’approvazione da parte dell’aula consiliare, che avverrà nel giro di pochi giorni – continua il Consigliere – la legge entrerà a regime e sostituirà così il Piano casa Ter, in scadenza il 31 marzo 2019. Si tratta infatti di una legge “quadro” che esce dai parametri di provvisorietà ed emergenza dei vecchi piani casa. Una legge virtuosa che premia chi, per costruire, restituirà qualcosa all’ambiente: il sistema dei crediti da demolizione, infatti, permetterà di edificare solo demolendo vecchie costruzioni altrove, così come ulteriori premialità saranno assegnate a chi rispetterà criteri costruttivi che guardano al futuro. Tutto in nome della riqualificazione delle nostre città e delle nostre campagne e del risparmio del suolo, una direzione – conclude Montagnoli – ormai obbligatoria per l’edilizia del futuro”.

/567

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1