Comunicato stampa: “La città delle idee” – ancora progetti a favore dei quartieri

È stata approvata oggi, lunedì 29 aprile, in Giunta la nuova edizione de “La città delle idee”, l’avviso pubblico per l’erogazione di contributi economici ad associazioni senza scopo di lucro che il Comune di Padova ha promosso e realizzato per sostenere progetti particolarmente meritevoli rivolti alla rigenerazione urbana e sociale dei quartieri cittadini.

«Con La città delle idee l’Amministrazione ha voluto sostenere le decine di realtà che, ogni giorno, operano sul territorio, animando i quartieri e costruendo comunità, attraverso la promozione di una cittadinanza attiva che va al di là della mera retorica –  dichiara il Sindaco Per la città che si appresta a diventare Capitale Europea del Volontariato 2020, l’orgoglio e il ringraziamento di questa Amministrazione, non possono che esprimersi attraverso il rinnovato sostegno al progetto».

«Sono particolarmente felice del successo riscontrato lo scorso anno e molte delle iniziative promosse le ho volute visitare di persona – prosegue il Sindaco – Abbiamo anche ricevuto molti suggerimenti per migliorare il bando 2019 per renderlo più semplice in ogni fase e li abbiamo raccolti volentieri. Padova si conferma una città piena di risorse e piena di gente che vuole darsi da fare per rendere migliore ogni giorno il luogo in cui vive, questo è un grande tesoro da valorizzare sempre di più. La spinta che arriva dalla passione civica dei padovani è formidabile e sta cambiando in meglio tutti i nostri quartieri giorno dopo giorno. Io e l’amministrazione siamo vicini e al fianco di questa grande maggioranza trasversale. Luoghi che sono stati dipinti per anni come zone a rischio, che sono stati denigrati, strumentalizzati oggi un po’ alla volta riprendono vita, rialzano la testa e chi li abita riscopre un orgoglio che parte proprio dai loro sforzi di fare cose belle. Tutto questo è bellissimo e io voglio ripeterlo: sulla sicurezza urbana mi impegno al massimo ogni giorno, ma senza vitalità, socialità, comunità non c’è pattuglia che tenga. Senza luoghi di incontro siamo tutti più soli, tristi, incattiviti e tutte queste iniziative sono come ossigeno per la città».

La nuova edizione di “La città delle idee” selezionerà progetti nel cotesto di una città, Padova, eletta Capitale europea del volontariato per il 2020, la prima città italiana a fregiarsi del titolo che riconosce l’impegno nel sostegno al terzo settore, agli enti, alle associazioni e a chi supporta e rafforza questo ambito della società civile.

La nuova edizione del progetto prevede uno stanziamento di duecentocinquantamila euro per il finanziamento di proposte di interventi relative a iniziative culturali, di animazione/partecipazione territoriale e di cura degli spazi pubblici. Questi alcuni dati riepilogativi del successo dell’edizione 2018.

LA RETE E LA CONDIVISIONE ALLA BASE DEL SUCCESSO NEI QUARTIERI
Il bando pubblicato a marzo del 2018 ha finanziato 99 progetti che si sono realizzati nel corso dei mesi successivi nei sei quartieri della città. Nelle scorse settimane, ai vincitori è stato sottoposto un breve questionario con il duplice obiettivo di valutare l’impatto delle azioni finanziate e la percezione dei loro protagonisti.

Emerge, innanzitutto, la propensione delle associazioni padovani alla progettazione in rete. Il 76 % dei partecipanti, infatti, ha scelto di costruire network proponendo sinergie tra agenti dello stesso territorio siano state esse già in atto o costruite per l’occasione.

Un ulteriore dato è fornito dalla distribuzione geografica delle attività. Sebbene, infatti, il Quartiere 1 – Centro abbia attivato un quarto dei progetti (il 25 %), il dinamismo del Quartiere 2 Nord (Arcella – S. Carlo – Pontevigodarzere) e del Quartiere 4 Sud-Est (S. Croce – S. Osvaldo – Bassanello – Voltabarozzo) hanno rappresentato rispettivamente il 23 % e il 19 % degli interventi, seguiti dal Quartiere 3 Est (15,4 %) e dai Quartieri 5 Sud-Ovest e 6 Ovest.

CULTURA, INTEGRAZIONE E COMUNITÀ
Tra le domande rivolte ai referenti, ha restituito un esito degno di nota il riferimento agli ambiti tematici affrontati dai progetti attivati. Ciascun intervistato ha potuto selezionare più opzioni e i dati mostrano, oltre a una schematica – sebbene imprescindibile – categorizzazione, la percezione delle associazioni che, proponendo le proprie iniziative, hanno cercato di rispondere ai bisogni concreti della cittadinanza.

L’ambito culturale si posiziona al primo posto avendo interessato il 77 % dei casi. Lo seguono i temi comunitari (53,8 %) e quelli, sempre attuali, dell’integrazione (42 %) e della famiglia (34,6 %). Circa un quinto degli intervistati mette in luce anche interessi anagrafici (nell’ordine: infanzia, gioventù e terza età) ma non sono stati trascurati disabilità, sport e salute. Tra gli altri, spicca il tema dei centri di aggregazione che ha interessato quasi il 20 % dei progetti.

Un’ultima annotazione: tra le attività, teatro (40,4 %) e musica (26,9 %) sono state le più gettonate.

UN’IDEA CHE PIACE
«Il progetto ha avuto un riscontro positivo migliore del previsto»; «il grande calore del pubblico coinvolto fa supporre che l’iniziativa avrà seguito»; «interessante il coinvolgimento di diverse fasce di popolazione sia sotto il profilo dell’età che del livello socioculturale».

Quelle riportate sono alcune delle note aggiunte dagli intervistati che, pur evidenziando, in alcuni casi, la necessità di un maggiore impulso al coordinamento e alla costruzione di network, hanno sottolineato il successo di “La città delle idee” confermando la necessità di un coinvolgimento attivo nelle politiche e nelle pratiche di animazione territoriale.

Per informazioni

Comune di Padova – Settore Gabinetto del Sindaco
Palazzo Moroni, via del Municipio, 1 – 35122 Padova
Tel. 049 8205211 – 8205212
email: gabinetto.sindaco@comune.padova.it

(Comune di Padova)

UA-82874526-1