Seconda Commissione – “Illustrato il Piano Ambientale del Parco Naturale regionale del Delta del Po”

Seconda Commissione – “Illustrato il Piano Ambientale del Parco Naturale regionale del Delta del Po”

(Arv) Venezia 2 apr. 2019 –      Nella seduta odierna della Seconda Commissione consiliare permanente – che si occupa di territorio, infrastrutture, trasporti e lavori pubblici, ambiente, difesa del suolo, cave, torbiere e miniere – alla presenza dell’Assessore regionale competente, è stato presentato il Disegno di Deliberazione Amministrativa della Giunta regionale n. 82 ‘Piano Ambientale del Parco Naturale regionale del Delta del Po’. Il Piano Ambientale è stato adottato dall’Ente Parco nel 2012, ed è strumento fondamentale per promuovere lo sviluppo sostenibile del Parco, in armonia con la presenza dell’uomo e delle attività antropiche. I vincoli normativi, previsti da leggi comunitarie, statali e regionali per tutelare l’ambiente, sono quindi compatibili con le attività umane, peraltro necessarie per garantire una costante manutenzione del Parco e permettere lo sviluppo economico del territorio. La tutela ambientale passa infatti attraverso la presenza dell’uomo. Il Piano Ambientale prevede una perimetrazione georeferenziata, costituita da argini fluviali, fiumi o corsi d’acqua, che consenta uno sviluppo sostenibile dell’area dell’intero Delta del Po. L’accostamento e l’integrazione tra il Piano Ambientale e altri strumenti pianificatori per l’area deltizia assicurano una visione integrata dei gradi di tutela dell’intero Delta del Po.

La Commissione ha quindi approvato all’unanimità il Progetto di Legge n. 414, di iniziativa consiliare, che vuole prevenire, disincentivare e ridurre, per quanto possibile e di competenza, l’utilizzo di prodotti in plastica monouso e la dispersione di prodotti plastici nell’ambiente, anche alla luce dell’attuale emergenza ambientale. Vengono previsti incentivi per disincentivare l’uso della plastica, nonché un attento monitoraggio dell’applicazione della norma. Il PdL andrà ora in Prima Commissione per l’aspetto economico – finanziario.

La Commissione ha infine proseguito l’esame del Disegno di Legge n. 376 della Giunta ‘Legge regionale di adeguamento ordinamentale 2018 in materia di governo del territorio e paesaggio, trasporto pubblico locale, lavori pubblici e ambiente’, al fine di semplificare la normativa di riferimento e superare alcune difficoltà interpretative della stessa.  In particolare, è stato votato a maggioranza il punto 26 – emendamenti aggiuntivi – relativo alla gestione dei Parchi regionali e alla nomina di membri con competenza amministrativa e ambientale. Votati anche emendamenti di semplificazione in materia di trasporti e concessioni di impianti di risalita di interesse pubblico e, all’unanimità, un emendamento in materia di turismo, relativo alla gestione del verde nelle strutture ricettive all’aperto.

/691

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1