Sesta Commissione – “Approvata all’unanimità la Relazione conclusiva delle attività svolte nel 2018 da Veneto Lavoro”

Sesta Commissione – “Approvata all’unanimità la Relazione conclusiva delle attività svolte nel 2018 da Veneto Lavoro”

(Arv) Venezia 17 apr. 2019 –    La Sesta Commissione consiliare permanente, che si occupa di istruzione, formazione, lavoro, ricerca, cultura, promozione della legalità, turismo e sport, ha votato all’unanimità il Parere alla Giunta regionale n. 391 ‘Approvazione della Relazione conclusiva delle attività svolte nell’anno 2018 dall’Ente strumentale ‘Veneto Lavoro’. La Mission dell’Ente rimane essenzialmente legata al sostegno alle Politiche del lavoro, in conformità alla programmazione regionale, allo sviluppo dell’infrastruttura informativa, organizzativa e conoscitiva del mercato del lavoro, alla gestione della rete dei servizi pubblici e privati. Nel 2018, c’è stato in particolare un rafforzamento dei Centri per l’Impiego e dei servizi digitali, garantiti attraverso il Portale ‘ClicLavoro’. La Relazione contiene alcuni numeri significativi sui disoccupati in Veneto: il 66 % dei Disponibili lavora nel primo anno, nel 2017, il 41% degli assunti ha toccato il Centro per l’Impiego e il 18% dei giovani assunti ha partecipato a una Politica attiva. La Relazione fa anche un focus sulle diverse tipologie dei disoccupati: circa un 10% è candidato al Reddito di Cittadinanza, un 13% sono i precari della scuola e gli stagionali, che hanno essenzialmente bisogno di servizi amministrativi, un 40% sono precari, in media 35enni laureati istruiti, di facile collocazione, mentre il 37% è rappresentato da licenziati resilienti, ovvero cinquantenni che hanno bisogno di essere formati ed accompagnati in vista di una difficile ricollocazione nel mercato del lavoro. Particolare impegno è stato rivolto allo sviluppo del Welfare, per sensibilizzare e informare sui temi della previdenza complementare, dell’assistenza sanitaria integrativa e del welfare integrato e aziendale. Un 10% dell’attività dell’Ente è dedicato al rapporto con le imprese.

Votata all’unanimità la presa d’atto sulla Rendicontazione n. 144 ‘Rapporto sull’attività svolta dalla Consigliera regionale di Parità del Veneto nell’anno 2018’, ai sensi dell’articolo 15, comma 5, del D.Lgs n. 198/2006 ‘Codice delle Pari Opportunità’. La Consigliera di Parità è principalmente impegnata nell’attività discriminatoria collettiva, segue casi di conciliazione famiglia- lavoro, di maternità e casi di molestie, svolge un’attività di mediazione finalizzata al recupero della posizione del lavoratore all’interno dell’impresa. Stipula Protocolli, in primis con l’Ispettorato del Lavoro e con le Università del Veneto per tirocini, stage, percorsi di laurea innovativi.

Votata all’unanimità anche la presa d’atto sulla Rendicontazione n. 143 relativa all’attività svolta, nell’anno 2018, dall’ESU Ardsu di Venezia, ai sensi dell’articolo 8 della L.R. 18 dicembre 1993, n. 53. Tra gli obiettivo di governance perseguiti, oltre a dedicare risorse per alloggi e mense, vi è anche quello di armonizzare la presenza degli studenti con la cittadinanza veneziana, attraverso l’organizzazione di eventi culturali aperti al pubblico e il coinvolgimento di associazioni attive nel territorio. Sono state erogate 191 Borse di studio, al 100 percento degli studenti idonei. Vengono garantiti agli studenti percorsi di orientamento e di consulenza psicologica per contrastare l’abbandono scolastico.

/717

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1