Ambiente – Berti (M5S): “Inquinamento, presentata una interrogazione per sapere quali e quanti controlli abbia fatto Arpav”

Ambiente – Berti (M5S): “Inquinamento, presentata una interrogazione per sapere quali e quanti controlli abbia fatto Arpav”

(Arv) Venezia, 20 giu. 2019  –   “L’inquinamento in Veneto rappresenta sempre più un problema grave e pertanto ho presentato una interrogazione per sapere quali e quanti controlli abbia fatto Arpav”.

Ne dà notizia il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Jacopo Berti, che aggiunge “grazie all’inchiesta giornalistica di Fanpage è tornata alla ribalta la questione inquinamento e soprattutto rifiuti in Veneto. È inutile nascondersi, il problema esiste ed è più grave di quanto si possa pensare. SESA gestisce nel padovano uno dei più grandi impianti di compostaggio d’Europa, con un fatturato di oltre 90 milioni di euro e ricavi annui pari a oltre 8 milioni di euro, con produzione di circa 68mila tonnellate di compost all’anno. E scopriamo che il compost prodotto sarebbe infatti al di fuori di ogni specifica di legge e conterrebbe, secondo analisi chimiche eseguite in laboratorio, una concentrazione significativa di idrocarburi pesanti (oli, benzine ecc.), plastica, zinco, rame, vetro e altro”.

“Se l’inchiesta Fanpage verrà confermata – continua Berti –  c’è solo l’imbarazzo della scelta per le ipotesi di reato correlate: dalle emissioni moleste alla violazione della normativa sui rifiuti, dal traffico illecito di rifiuti all’inquinamento o al disastro ambientale. Ed eventualmente, anche omissione di denunzia e di atti d’ufficio”.

“Per questo – conclude Jacopo Berti –  ho presentato una interrogazione per sapere quali e quanti controlli siano stati fatti negli ultimi anni da Arpav sulla Sesa, per tutelare la salute dei cittadini, e quali siano i risultati”.

/856

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1