Cultura – Casali (CDV-AeL): “Un doveroso grazie a tutti i lavoratori della Fondazione Arena”

Cultura – Casali (CDV-AeL): “Un doveroso grazie a tutti i lavoratori della Fondazione Arena”

(Arv) Venezia 20 giu. 2019 –     “Un doveroso grazie agli artefici del Festival areniano 2019, in particolare a tutti i musicisti, ai componenti del coro, ai ballerini che purtroppo non fanno più parte di un corpo di ballo organico della Fondazione Arena; un sentito ringraziamento va poi ai tecnici e agli artigiani che con la loro maestria riescono, in pochi minuti, a trasformare uno dei palcoscenici più grandi al mondo in qualcosa di stupefacente”. Sono le parole del Consigliere regionale Stefano Casali del Gruppo consiliare Centro Destra Veneto – Autonomia e Libertà che ha diffuso una nota in occasione dell’apertura della 97esima edizione dell’Arena di Verona Opera Festival.

“Questo ennesimo meraviglioso spettacolo da loro realizzato che esalta Verona nel mondo – prosegue il Consigliere – è reso possibile grazie alla professionalità di tutte le persone citate. La stagione teatrale quest’anno aprirà a seguito di importanti sacrifici sostenuti da tutti i lavoratori, i quali vivono peraltro in uno stato di non certezze per il futuro”.

“Siamo peraltro molto contenti – ricorda Casali – che ieri durante la seduta della Sesta Commissione consiliare, il rappresentante nel Consiglio regionale d’indirizzo di Fondazione Arena, Gabriele Maestrelli, abbia dichiarato chiaramente che stanno lavorando per ripristinare il corpo di ballo. Verona con l’Arena e il Filarmonico e il Veneto in generale, merita e necessita di avere tale realtà. Aspettiamo quindi di sapere i termini e i tempi nei quali Fondazione Arena concretizzerà questo impegno dichiarato”.

“La politica a tutti i livelli deve sapere che senza le predette competenze gli spettacoli non si potrebbero realizzare. È dovere di tutti – conclude – operare perché il bel canto e la cultura da esso promossa abbia tutte le attenzioni e l’impegno necessari. Dovranno quindi essere messi al centro di ogni impegno ed attenzione, coloro che concretamente realizzano gli spettacoli”.

/854

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1