Infrastrutture – M5S: “Pedemontana veneta, sulla realizzazione del casello di Montecchio la Lega non cerchi alibi”

Infrastrutture – M5S: “Pedemontana veneta, sulla realizzazione del casello di Montecchio la Lega non cerchi alibi”

(Arv) Venezia, 20 giu. 2019  –  “La Giunta Regionale del Veneto non cerchi ancora scuse per giustificare il ritardo che sta contrassegnando l’avanzamento dei lavori della Superstrada Pedemontana Veneta, né tanto meno tenti di scaricare le proprie responsabilità sul Ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli”.

Con queste parole, affidate a una nota, il Gruppo consiliare M5S interviene “in seguito alla comunicazione, da parte della Giunta regionale, sulle difficoltà di completare l’interconnessione della costruenda superstrada con l’Autostrada Serenissima a Montecchio Maggiore”.

“La Giunta, infatti, attraverso un suo comunicato, ha espresso come vi siano forti criticità per realizzare il nuovo casello di Montecchio Maggiore sull’autostrada A4 che connetterebbe la viabilità autostradale alla Superstrada – spiegano i consiglieri Pentastellati – Va ricordato, però, come già nel 2017 il CIPE aveva dato il via libera al progetto definitivo del tratto ferroviario dell’alta velocità Verona-Vicenza”.

“Questa vicenda rappresenta l’ennesima tegola che cade su chi non ha saputo pianificare la nostra Regione – evidenziano gli esponenti Pentastellati – governata ininterrottamente da trent’anni dalle stesse Forze Politiche, Lega in primis, le quali tentano lo scarica barile verso questo Governo, per altro in parte amico”.

“Zaia e i suoi non cerchino ora di mascherare la loro incapacità trovando l’ennesimo alibi in ordine a un’opera progettata 25 anni fa che porta con sé diversi deficit – continua la nota del Gruppo M5S –  voluta e portata avanti in modo deciso dalla Lega, che solo ora si accorge di questo problema”.

“E’ importante sottolineare come la connessione con l’autostrada A4 sia fortemente voluta da Zaia e da tutta la Struttura di progetto – spiegano i consiglieri del Movimento 5 Stelle –  in quanto garantirebbe, a loro dire, un maggiore accesso di veicoli sulla Pedemontana, permettendo il raggiungimento dei flussi di traffico utili a mantenere l’opera con un bilancio positivo”.

“Come Movimento 5 Stelle” – concludono i consiglieri regionali Pentastellati – ribadiamo che il tratto in costruzione, da Montecchio Maggiore all’autostrada A31, deve essere stralciato dal progetto perché inutile e costoso, oltre che fortemente impattante per il territorio”.

/864

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1