Agricoltura – Rizzotto (ZP): “Candidatura Unesco Colline del Prosecco è un’opportunità irripetibile. Il nostro territorio, a differenza della Bartelle, è in piena armonia”

Agricoltura – Rizzotto (ZP): “Candidatura Unesco Colline del Prosecco è un’opportunità irripetibile. Il nostro territorio, a differenza della Bartelle, è in piena armonia”

(Arv) Venezia, 3 lug. 2019 – “Se ne faccia una ragione la consigliera Bartelle: la valutazione tecnica di Icomos ha dato il semaforo verde sulla candidatura delle Colline del Prosecco e il riconoscimento Unesco sarebbe un plus meritato e fondamentale. Basta remare contro il nostro territorio”.

Le parole sono della Capogruppo di Zaia Presidente in Consiglio regionale, Silvia Rizzotto, che replica così “alla presa di posizione della collega Bartelle la quale, in queste ore, ha appoggiato la richiesta di PAN Italia di integrazione documentale”.

“La candidatura Unesco delle Colline del Prosecco rappresenta una opportunità straordinaria per il territorio trevigiano e per l’intera Regione – ribadisce Rizzotto – i benefici attesi, in termini economici, sociali, ambientali, sono incalcolabili”.

“Stupisce e rammarica, che un rappresentante eletto dai Veneti, invece di sostenere questa strategica opportunità di sviluppo del territorio, abbia deciso invece di perorare una causa che, francamente, appare incomprensibile – commenta la consigliera di Zaia Presidente –  La valutazione di Icomos, infatti, non è stata scritta a Palazzo Balbi, ma redatta da tecnici neutrali che di professione svolgono questa mansione”.

“La Bartelle sostiene che nelle Colline del Prosecco non convivono in armonia e in modo sostenibile cittadini, coltivazioni e paesaggio – conclude Silvia Rizzotto –  detto da lei, che nel suo Gruppo consigliare in armonia non c’è mai stata fino al punto di doverne uscire, è un complimento”.

/940

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1