Colline del Prosecco Patrimonio Unesco – Bartelle (IIC): “La nomina sia occasione per risolvere le problematiche relative ai pesticidi sollevate da associazioni, comitati e cittadini”

Colline del Prosecco Patrimonio Unesco – Bartelle (IIC): “La nomina sia occasione per risolvere le problematiche relative ai pesticidi sollevate da associazioni, comitati e cittadini”

(Arv) Venezia, 8 lug. 2019   –   “Erano in molti ad essere contrari alla candidatura a sito Unesco delle Colline del Prosecco perché un simile riconoscimento dovrebbe essere sinonimo di un luogo in cui tutti i soggetti coinvolti convivono e si sostengono vicendevolmente mentre, invece, in questo caso non è così. Associazioni come WWF, Legambiente, Pesticide Action Network, Marcia Stop pesticidi e Colli Puri hanno chiaramente denunciato le criticità relative ai possibili effetti della viticoltura intensiva e dell’uso dei pesticidi”. Così la Consigliera regionale Patrizia Bartelle (Italia in Comune) che aggiunge: “Parliamoci chiaro, è una realtà in cui i vigneti lambiscono le aree abitate e i luoghi sensibili come gli asili e le scuole. Emblematico è il caso di San Giacomo di Veglia, in Vittorio Veneto, al centro di una battaglia tra il Comune e un’azienda agricola che ha realizzato il vigneto a ridosso di un asilo. Ma non è l’unico caso. Ora che l’area è Patrimonio Unesco e che, almeno così dice la Lega, i turisti e gli introiti decuplicheranno allora queste nuove risorse dovranno essere impiegate per risolvere concretamente le problematiche del territorio”.

“Aspetterei quindi – continua Bartelle – a cantare vittoria perché se la situazione involverà verso una ulteriore massificazione della produzione e una incontrollata invasione di turismo allora finirà che assisteremo anche ad un abbandono di queste aree da parte dei residenti. Praticamente quello che da anni accade a Venezia”.

“Come Consigliera regionale impegnata anche in materia di ambiente – conclude Bartelle – sono, come sempre, a disposizione di chiunque intenda concretamente impegnarsi in difesa dell’ambiente e della salute. L’ho già fatto con PAN Italia per la consegna della documentazione sui pesticidi presso la sede Unesco di Venezia”.

/983

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1