Cultura – Rizzotto (ZP): “Sagra dei marroni del Monfenera di Pederobba unica veneta premiata a Roma dalle Pro Loco italiane: il Veneto si conferma terra di tradizioni e qualità”

Cultura – Rizzotto (ZP): “Sagra dei marroni del Monfenera di Pederobba unica veneta premiata a Roma dalle Pro Loco italiane: il Veneto si conferma terra di tradizioni e qualità”

(Arv) Venezia, 22 lug. 2019   –  “Il riconoscimento che la UNPLI, l’Unione Nazionale delle Pro Loco, ha assegnato quest´oggi alla mostra mercato dei marroni del Monfenera di Pederobba, è il riconoscimento al grande sacrificio dei volontari di questa Pro Loco e la conferma che in Veneto ci sono feste tradizionali di assoluta qualità”. Commenta con queste parole la Capogruppo Silvia Rizzotto (Zaia Presidente) “il riconoscimento ottenuto oggi dalla Pro Loco di Pederobba a Roma dalla UNPLI e al cui evento hanno preso parte anche il Sindaco della città trevigiana, Marco Turato, e il Presidente della stessa Pro Loco, Manuel Bresolin. L’associazione nazionale delle Pro Loco italiane – sottolinea la Capogruppo – ha riconosciuto oggi a Roma il premio di ‘Sagra della qualità’ a diverse manifestazioni, ma l’unica veneta ad essere premiata in questa edizione è stata quella di Pederobba. Come Consigliere regionale e come trevigiana, è motivo d’orgoglio, e il merito deve essere giustamente riconosciuto a chi ha permesso questo risultato, ovvero ai volontari della Pro Loco di Pederobba sapientemente diretta dal loro Presidente, Manuel Bresolin. Un evento noto in tutta la Provincia e non solo, e che il prossimo Ottobre arriverà alla 45’ edizione. La presenza del Sindaco, Marco Turato, sottolinea quanto sia importante avere al proprio fianco le istituzioni per garantire un efficace lavoro di squadra e risultati di livello”.

“Da parte mia – aggiunge in conclusione Rizzotto – oltre ovviamente alla soddisfazione, non posso che sottolineare come il riconoscimento alla Pro Loco di Pederobba evidenzi ancora una volta, anche se non ce n’era certo bisogno, di come la nostra sia una Regione che anche nelle feste di paese possiede una ricchezza di tradizioni e di tipico seconda a nessuno. Un patrimonio culinario che però in Veneto significa anche grande qualità, di offerta e di servizio, capace di attirare turisti e visitatori da tutta Italia e di generare, a sua volta, nuova ricchezza”.

/1097

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1