Progetto “Venezia-LPU 2018”: l’assessore Venturini incontra a Forte Marghera i 33 lavoratori coinvolti

L’assessore comunale alla Coesione sociale, Simone Venturini, ha incontrato questo pomeriggio a Forte Marghera i lavoratori attualmente coinvolti nel progetto “Venezia-LPU 2018”.

Grazie al progetto 33 persone (28 per il Comune di Venezia e 5 per Marcon) escluse dal mercato del lavoro stanno realizzando un’esperienza di pubblica utilità con un contratto a tempo determinato della durata di 6 mesi e un impegno orario settimanale di massimo 20 ore. Le persone coinvolte partecipano inoltre ad azioni di orientamento lavorativo singole e di gruppo e ad interventi di ricerca attiva del lavoro.

Nel Comune di Venezia i lavoratori coinvolti si stanno occupando di giardinaggio in aree pubbliche, servizi ambientali e di sviluppo del verde, riordino, inventariazione e catalogazione di materiale d’archivio degli archivi bibliotecari, sgombero e trasferimento locali e supporto agli uffici in fase di riorganizzazione e spostamento, supporto tecnico amministrativo gestione progetti. Numerosi i Servizi comunali coinvolti – dall’Esecuzione logistica alla Biblioteca VEZ, dai Musei EBA al Centro Culturale Candiani – cui si aggiungono l’Istituzione Bosco e Grandi Parchi, la Fondazione Forte Marghera e Veritas, oltre agli uffici del Comune di Marcon. I contratti, avviati a inizio marzo, si concluderanno il 31 agosto.

Oltre al Progetto “Venezia-LPU 2018”, nel corso del 2019 la Direzione Coesione sociale del Comune di Venezia sta gestendo un altro progetto di pubblica utilità finanziato dalla Regione Veneto (“Venezia-LIS 2018”) finalizzato al sostegno dell’attività amministrativa degli uffici giudiziari presenti nel territorio del Comune di Venezia (Tribunale per i minorenni, Tribunale ordinario, Procura della Repubblica, Procura generale della Repubblica, Corte d’Appello) con l’inserimento di 28 lavoratori.

“Oggi si conclude un’importante occasione data a questi lavoratori che hanno ‘inciampato’ nella vita e che hanno avuto bisogno di un piccolo aiuto – ha commentato l’assessore Venturini – Quest’esperienza però si è rivelata un’opportunità non solo per loro, ma anche per i servizi comunali che li hanno accolti traendone molto beneficio. Crediamo infatti che queste iniziative vadano a colmare quella zona grigia che esiste tra l’assistenzialismo puro e la fornitura di competenze per la ricerca autonoma di un lavoro. Un saluto a tutti voi per una terza edizione del progetto piena di soddisfazioni, auspicando già da ora una quarta avventura”.

“Venezia-LPU 2018”, finanziato dalla Regione Veneto per 189.689,28 euro, cui si sono aggiunte le quote di co-finanziamento dei Comuni di Venezia e Marcon, per un totale complessivo del progetto di 255.689,28 euro, è stato curato dal Settore Agenzia per la Coesione sociale della Direzione Coesione sociale e si è realizzato attraverso un partenariato che ha visto partecipare la cooperativa Co.Ge.S come Ente accreditato al lavoro e, come partner operativi, le Cooperative sociali Libertà, Sarha e Non Solo Verde del Consorzio Cooperative sociali Zorzetto, oltre che, come partner di rete, il Comune di Marcon.

(Comune di Venezia)

UA-82874526-1