Seconda Commissione – “Audito Presidente ATER Venezia e Comune in ordine all’applicazione della L.R. 3 novembre 2017, n. 39, ‘Norme in materia di Edilizia Residenziale Pubblica’”

Seconda Commissione – “Audito Presidente ATER Venezia e Comune in ordine all’applicazione della L.R. 3 novembre 2017, n. 39, ‘Norme in materia di Edilizia Residenziale Pubblica’”

(Arv) Venezia 4 lug. 2019 –     Nella seduta odierna, la Seconda Commissione consiliare permanente – Presidente Francesco Calzavara (ZP) e Vicepresidente Andrea Zanoni (PD) –

ha audito, su richiesta dei consiglieri regionali Bruno Pigozzo e Francesca Zottis (PD), il Presidente dell’ATER di Venezia, Speranzon, e il Vice Sindaco del Comune lagunare, al fine di acquisire informazioni sugli effetti applicativi della L.R. 3 novembre 2017, n. 39, ‘Norme in materia di Edilizia Residenziale Pubblica’, con particolare riferimento alla città di Venezia ed al suo centro storico.

La L.R. n. 39/2017, in particolare, riordina e semplifica la disciplina regionale in materia di edilizia residenziale pubblica, nel rispetto dell’articolo 117 della Costituzione, al fine di soddisfare il fabbisogno abitativo primario nonché di ridurre il disagio abitativo dei nuclei familiari e di particolari categorie sociali in condizioni di svantaggio, garantendo e assicurando il valore sociale degli interventi che nel loro insieme costituiscono il sistema dell’edilizia residenziale sociale. Inoltre, vengono dettati gli indirizzi e le modalità per l’esercizio delle funzioni di edilizia residenziale pubblica, da parte delle ATER e dei comuni.

E’ stata evidenziata l’opportunità di monitorare, ed eventualmente andare a modificare parzialmente l’applicazione del Regolamento regionale, pur salvaguardando l’impianto normativo, senz’altro positivo, individuando parametri che, nel rispetto del principio di equità, portino a ridurre i casi di morosità e al contempo a evitare situazioni di disagio sociale, alla luce del fatto che la città e il centro storico di Venezia presentano caratteristiche e quindi necessità particolari.

Il Presidente ATER Venezia e il Vice Sindaco hanno in particolare evidenziato come “vi è un numero importante di richieste di case popolari a Venezia, a fronte della difficoltà a trovare la disponibilità di appartamenti in affitto a uso residenziale. Anche le modalità di vita nel centro storico di Venezia sono diverse, con particolare riferimento agli anziani, numerosi, e ai disabili. Il Tavolo Tecnico regionale, che si è già insediato e a metà luglio terrà la prima riunione operativa, sarà chiamato a studiare gli effetti della legge e a proporre eventuali soluzioni per ridurre, da un lato, l’elevata morosità, e dall’altro, per poter disporre di maggiori risorse per garantire più manutenzioni e mettere quindi a disposizione più immobili erp alle famiglie che ne hanno effettivamente diritto, evitando così lo spopolamento del centro storico lagunare e tutelando le fasce più fragili della popolazione”.

Sono stati inoltre auditi, dopo l’audizione in Commissione del 21 febbraio us, i rappresentanti del Comitato Pendolari ferrovia Adria- Venezia, in merito alle criticità presenti su quella tratta, gestita da Sistemi Territoriali, legate soprattutto agli orari delle corse e alla velocità delle stesse, ai servizi garantiti agli utenti.

La Commissione ha infine ricevuto, in seduta congiunta con la Quinta Commissione, i rappresentanti dei Comuni di Barbona, Masi, Piacenza d’Adige, Vescovana, Vighizzolo d’Este e Villa Estense, in merito al progetto di valorizzazione della discarica tattica regionale ubicata presso il Comune di Sant’Urbano (PD). Nel corso dell’audizione, è stato valutato l’impatto ambientale della discarica sul territorio della bassa padovana. Il Comitato regionale VIA valuterà prossimamente i contenuti del progetto, con il coinvolgimento degli Enti Locali interessati.

/953

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1