Servizio di accoglienza per persone in estrema povertà, pubblicato il bando di gara

E’ stato pubblicato il bando di gara per l’affidamento del servizio di accoglienza per persone in estrema povertà.

Con bando, a procedura aperta svolta per conto del Comune di Vicenza dalla Stazione unica appaltante della Provincia di Vicenza, si ricerca un gestore dei servizi di accoglienza nelle strutture comunali e dei servizi mensa rivolti alle persone adulte o anziane autosufficienti, in stato di estrema fragilità o senza dimora e di famiglie anche monoparentali in stato di bisogno.

I servizi in gestione sono l’albergo cittadino in viale San Lazzaro 73 con la mensa cittadina e le docce pubbliche, i co-housing di via dei Mille 32, via Bedin 27, via Alberto Mario 8, e a Settecà in strada Padana verso Padova 135/f, 135/g.

“Negli ultimi dieci anni in città si è verificato un aumento delle persone che necessita di ricevere accoglienza presso le strutture pubbliche e la tendenza è destinata a perdurare – ha sottolineato l’assessore alle politiche sociali Matteo Tosetto -. Si è passati dai 257 ospiti delle strutture di accoglienza nel 2015 a 414 nel 2018. Invece le persone intercettate dalle unità di strada nei bivacchi sono passate da 47 nel 2015 a 310 nel 2018. Si tratta non solo di residenti o domiciliati a Vicenza ma anche di persone con diverse problematiche provenienti da fuori città. Ogni singola necessità viene valutata dall’assistente sociale che redige il progetto personalizzato concordando con l’interessato le azioni e la compartecipazione economica. La nostra proposta, purtroppo, non riesce a soddisfare tutte le esigenze, pertanto ringrazio coloro che ci danno una mano mettendo a disposizione immobili, tra tutti la Caritas, a cui diamo un contributo economico”.

All’albergo cittadino gli ospiti possono alloggiare dalle 19 alle 8 del giorno successivo, o tutto il giorno in caso di malattia, e vengono accolti dalle 19 alle 22. Possono essere allestiti fino a 69 posti letto.

La mensa all’albergo cittadino prepara in media 56 colazioni e 40 pasti tra pranzi e cene.

Le docce disponibili all’albergo cittadino sono 12 e sono aperte il martedì, giovedì e sabato dalle 14.30 alle 15.45.

Il co-housing di via dei Mille 32 (famiglie con minori) ha 8 stanze e 19 posti letto, quelli di via Bedin 27 (donne e mamme con bambini), quello di via Alberto Mario 8 (donne e mamme con bambini) 4 stanze e 9 posti letto ciascuno, e a Settecà in strada Padana verso Padova 135/f, 135/g (uomini con un progetto di autonomia in corso) 8 stanze e 14 posti letto.

L’appalto verrà affidato per il periodo dall’1 settembre 2019 al 31 agosto 2021 per il valore di 733.036,78 euro, rinnovabile per altri due anni, fino al 31 agosto 2023.

L’importo a base di gara comprende i costi della manodopera stimati, dalla stazione appaltante, in 607.436,78 euro.

Ammonta a 90 mila euro il rimborso spesa massimo per i consumi energetici delle strutture di co-housing per tutta la durata dell’appalto.

Il valore massimo dell’appalto, in caso di rinnovo, è di 1527.159,50 al netto di iva.

Le offerte devono essere presentate entro le ore 12 del 21 agosto 2019 a Provincia di Vicenza – Ufficio archivio Protocollo, contra’ Gazzolle 1, 36100 Vicenza. con le modalità indicate nel bando che si può trovare su questo sito.

Le buste verranno aperte in seduta pubblica il 22 agosto alle 9 nella sede della Provincia di Vicenza, in contra’ Gazzole 1.

Informazioni: Comune di Vicenza, 0444222573, fcaltabiano@comune.vicenza.it; S.U.A. Provincia di Vicenza 0444908518.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

(Comune di Vicenza)

UA-82874526-1