Sesta Commissione – Via libera a contributi a favore di attività culturali e a nuovi criteri per finanziamenti all’impiantistica sportiva; illustrato un progetto culturale innovativo nell’area portuale di Porto Marghera.

Sesta Commissione – Via libera a contributi a favore di attività culturali e a nuovi criteri per finanziamenti all’impiantistica sportiva; illustrato un progetto culturale innovativo nell’area portuale di Porto Marghera.

(Arv) Venezia, 9 lug. 2019 – La Sesta commissione permanente del Consiglio regionale del Veneto presieduta da Alberto Villanova (Zaia Presidente) – Vicepresidente Francesca Zottis (Partito Democratico) – nel corso della sessione odierna dei lavori, ha sentito in audizione, ai fini dell’acquisizione di informazioni, l’architetto Paola Cattaneo che ha illustrato un progetto culturale da realizzarsi nell’ambito della riqualificazione dell’area portuale di Porto Marghera. “Un creative hub – ha spiegato a margine dei lavori il Presidente Villanova – un progetto innovativo, quello presentato in sede di Commissione dall’architetto Cattaneo, che a livello europeo ha già trovato applicazione, che a livello italiano ha pochi precedenti e che nel Veneto non è ancora decollato. Venezia, con Porto Marghera, si presta a questo progetto: da un lato la città storica, dall’altro il porto, simboli di scambi commerciali e culturali; inoltre, un progetto innovativo di questa portata si inserisce nel quadro della nuova legge sulla cultura recentemente approvata dal Consiglio, una legge che, tra l’altro, intende stimolare gli elementi di maggiore dinamicità della cultura, una legge che parla anche di ‘economia della cultura’, un aspetto a lungo trascurato e che invece può portare innovazione, lavoro, ricchezza, nuove risorse, nuovi stimoli, anche in un’ottica di inserimento di quest’iniziativa nei canali di finanziamento europeo”.

Di seguito, la Commissione ha dato il proprio via libera, all’unanimità, a due Pareri alla Giunta regionale, ovvero al PAGR n. 430 “Interventi della Regione per lo sviluppo e la diffusione delle attività culturali. Legge regionale 5 settembre 1984, n. 51, articolo 11 – Iniziative dirette” (stanziati in totale 49mila euro; tra le proposte finanziate, i premi letterari “Giovanni Comisso” e “Gambrinus – Giuseppe Mazzotti”, una serie di iniziative dell’Ateneo Veneto, la quinta edizione de “I notturni palladiani” a Vicenza, e la XVII edizione delle Giornate della Carboneria a Fratta Polesine), e al PAGR n. 431 relativo a contributi a favore dell’impiantistica sportiva, con il quale vengono ridefiniti i criteri generali per la riduzione dei vincoli temporali relativi alla titolarità di un diritto reale o di godimento sui beni immobili oggetto di contributo, e alla destinazione d’uso: si passa da vent’anni di titolarità a quattro anni per contributi regionali fino a 50mila euro, e a quindici anni per i contributi regionali fino a 500mila euro.

/1009

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1