Ultime

40 anni di Croce Bianca. In festa a San Zeno

Il traguardo è di quelli che vale la pena celebrare. E per festeggiare i quarant’anni di attività sul territorio di città e provincia, Croce Bianca Pav onlus ha deciso di scendere in piazza a San Zeno e festeggiare con tutta la città. Dinamica, sempre in prima linea a tutela e soccorso del prossimo, tanto in situazioni di emergenza quanto di presidio durante eventi sportivi e manifestazioni pubbliche, l’associazione conta ad oggi oltre 300 volontari, quasi tutti soccorritori. Ed ha all’attivo migliaia di ore di servizio. «Un impegno che prosegue da quattro decenni sempre con la stessa passione e molta professionalità, qualità fondamentale per il servizio alla collettività che svolgiamo», spiega il presidente della Croce Bianca Pav onlus Pier Luigi Verga.

Il grande evento di piazza, cui tutti sono invitati, entra nel vivo sabato 31 agosto alle 15, con l’apertura degli stand enogastronomici. Alle 16, gli istruttori del Centro di Formazione Croce Bianca impartiranno gratuitamente lezioni di primo soccorso e dimostrazioni di rianimazione e di disostruzione delle vie aeree, anche in età pediatrica. Alle 17, sportivi e non si prepareranno a correre e a camminare per le vie della città, da San Zeno al Chievo lungo due percorsi (4,5 e 8 chilometri), nella corsa podistica “Corsa in Bianca versione Zero”. La serata dell’evento, patrocinato dal Comune di Verona, si apre alle 19.30 con la simulazione in piazza San Zeno di una maxi-emergenza al termine della quale, ore 20 circa, il presidente Verga salirà sul palco per inaugurare la serata – madrina d’eccezione è la conduttrice Elisabetta Gallina, già volontaria Croce Bianca – che vedrà esibirsi dal vivo la AL – B Band. A seguire, ancora musica con dj set.

Croce Bianca, la storia

 Autonoma, apartitica e aconfessionale, senza fini di ogni lucro e divisione di utile fra i soci, Croce Bianca Verona nasce nel 1979 ad opera di un gruppo di persone che decide di dar vita ad un’associazione di volontariato della provincia di Verona dedicata al soccorso e trasporto di feriti e ammalati. È attiva e riconosciuta anche come Nucleo Operativo Sanitario della Protezione Civile, pronto ad attivarsi con le squadre reperibili 24 ore tutto l’anno su tutto il territorio nazionale. È certificata con il marchio etico di trasparenza delle associazioni di volontariato Merita Fiducia e fa parte della rete Universo, che riunisce le principali realtà di primo e pronto intervento del territorio cittadino e provinciale.

Numeri alla mano, i dati 2018 fotografano infatti un impegno quotidiano e costante, svolto 7 giorni su 7, 24 ore su 24. Nel dettaglio, Croce Bianca – al cui interno lavorano anche 11 dipendenti– ha effettuato complessivamente 7mila trasporti sanitari in convenzione con l’Ulss 9 scaligera e l’Azienda ospedaliero universitaria di Verona, per le quali copre, tra le altre cose, il servizio di Trasporto Neonatale e il Trasporto equipe ed organi che hanno impegnato i soccorritori per circa 25mila ore di volontariato. Inoltre, 5mila e 400 ore sono state dedicate al presidio sanitario in 265 manifestazioni; dalle fiere più importanti agli eventi sportivi delle squadre scaligere.

Aiuta chi soccorre: puoi sostenere l’acquisto di una nuova ambulanza

Una mission impegnativa, dunque, che per essere svolta sempre al meglio necessita di mezzi e risorse che non sempre, soprattutto negli ultimi anni, i contributi pubblici riescono a coprire. Da qui, la recente decisione di partire con una campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi che sta coinvolgendo le realtà imprenditoriali e commerciali del territorio, toccando città e provincia. Con un obiettivo ambizioso: l’acquisto di una nuova ambulanza, attrezzata anche per il trasporto neonatale. Ciascuno può contribuire come può e ritiene. Ogni donazione (Banca Valsabbina IT 84 C 05116 59771 000000001775, Unicredit Banca IT 89 L 02008 11717 000005214111, Banca Popolare di Verona IT 82 S 05034 11731 000000002285) cui possono essere applicate le detrazioni fiscali previste dalla legge, sarà rendicontata al dettaglio e registrata attraverso un conto corrente garantito da un organismo terzo.

Attualmente, l’autoparco dell’associazione è composto da 7 ambulanze di classe “A”, ovvero mezzi omologati per l’emergenza sanitaria ed attrezzati a unità mobili di rianimazione, da un’automedica e da un fuoristrada Land Rover in supporto alla Protezione Civile inserita dal SUEM 118 nel “Protocollo neve”. Tutti gli autoveicoli di Croce Bianca sono accreditati come mezzi per l’emergenza alla Regione Veneto.

Diventa volontario soccorritore

Oltre alla donazione c’è anche un altro modo per contribuire alla buona causa dell’associazione, puoi diventare volontario soccorritore partecipando all’86° corso di formazione per soccorritori volontari, che avrà avvio lunedì 9 settembre.

Le lezioni si terranno il lunedì e il giovedì presso la Sala Civica di Borgo Nuovo, in Via Trapani 8, dalle 21 alle 23 per una durata di circa 3 mesi. Anche quest’anno, il programma formativo sarà strutturato in base alla Delibera della Regione Veneto n. 1515 del 29 ottobre 2015 con cui sono stati definiti i criteri per l’accreditamento regionale degli enti che svolgono attività di emergenza-urgenza sul territorio.

L’Associazione Croce Bianca Verona, nel rispetto di questi requisiti, ha organizzato un corso diretto a tutte le persone maggiorenni, che abbiano voglia di mettersi a disposizione degli altri e operare nell’ambito del soccorso e del trasporto sanitario. Il corso, strutturato in lezioni teoriche, pratiche e tirocinio, è articolato su due livelli: al termine del primo livello, verrà fornita la qualifica di soccorritore “base”, in grado di svolgere attività di trasporto sanitario; al termine del secondo livello, il soccorritore potrà svolgere anche attività di soccorso in emergenza.

Le lezioni saranno tenute da medici, infermieri professionali, personale con certificazione rilasciata dal SUEM 118 Verona e istruttori qualificati. I temi riguarderanno, tra gli altri, l’organizzazione del soccorso sanitario, l’anatomia e la fisiologia, la valutazione delle funzioni vitali, la gestione dei traumi e la rianimazione cardio-polmonare. Verranno anche mostrati e spiegati i protocolli operativi da seguire in caso di soccorso, recentemente aggiornati con la collaborazione diretta del 118 di Verona.

«È importante ricordare che l’attività del volontario soccorritore riguarda sia il soccorso a bordo dell’ambulanza, sia il supporto a persone con difficoltà di movimento autonomo» sottolinea il presidente dell’associazione, Pier Luigi Verga. «Per questo è importante che chi decide di intraprendere il percorso formativo sia consapevole che aiutare gli altri non significa solo sirene spiegate ma anche comprensione, responsabilità ed empatia nei confronti delle persone bisognose. Il soccorritore, infatti, è una figura molto importante nel mondo della pubblica assistenza, il cui impegno sociale va apprezzato e valorizzato.»

I responsabili del corso aggiungono: «I corsi di formazione portano sempre nuova linfa all’associazione, impegnata quotidianamente in attività di trasporto e soccorso, in assistenze sanitarie ad eventi e manifestazioni, in servizi pubblici e privati. Siamo quindi contenti di poter contare su nuovi volontari e ci impegneremo affinché costoro ricevano dal corso non solo le informazioni e le conoscenze necessarie a diventare dei bravi soccorritori ma anche lo spirito e la passione con cui è importante porsi al servizio degli altri».

L’Associazione Croce Bianca Verona opera sul territorio scaligero dal 1979 e ha la propria sede principale in Piazza Bacanal 7, a San Zeno. Per iscrizioni e informazioni sul corso, è possibile telefonare al numero 045 8033700 o scrivere una mail a formazione@crocebiancavr.it

(CSV di Verona)

UA-82874526-1